Nel corso della conferenza stampa che si è tenuta venerdì 4 ottobre, è stato ufficializzato il programma della 14esima Festa del cinema di Roma. La manifestazione si terrà dal 17 al 27 ottobre, presso l'Auditorium e in altre location sparse nella capitale (in tutto, ben diciotto). Tra i film più attesi del festival: il già precedentemente annunciato "The Irishman" di Martin Scorsese, il documentario di Ron Howard "Pavarotti" dedicato al grande tenore italiano (con il regista presente), "Downton Abbey" (il film tratto dall'amatissima serie tv), il biopic "Judy" con René Zellwegger nei panni di Judy Garland, e "Hustlers" con Jennifer Lopez.  Tra gli "incontri ravvicinati", nei quali personaggi famosi internazionali dialogheranno con il pubblico, vedremo John Travolta, Ethan Coen, Benicio Del Toro, Edward Norton. Il direttore della manifestazione Antonio Monda ha sottolineato inoltre la presenza di ben diciannove film diretti.

Premi alla carriera a Bill Murray e Viola Davis

Il premio alla carriera verrà inoltre assegnato a due personaggi. Il primo è Bill Murray, mostro sacro del cinema americano che verrà premiato da Wes Anderson, il regista che lo ha diretto in diversi film tra cui "I Tenembaum" e "Le avventure acquatiche di Steve Zissou". Tra le pellicole più celebri di Murray, i due capitoli di "Ghostbusters" e "Ricomincio da capo". L'altra premiata è Viola Davis, attrice afroamericana nota per la serie televisiva "Le regole del delitto perfetto", vincitrice del premio Oscar (ma anche di Golden Globe, Sag, e Bafta) per "Barriere" di Denzel Washington.

Il film d'apertura è Motherless Brooklyn

La Festa di Roma si aprirà con l'anteprima di "Motherless Brooklyn – I segreti di una città", film diretto e interpretato da Edward Norton, noir tratto dal romanzo di Jonathan Lethem. Il 18 ottobre, Norton sarà al centro del tradizionale Incontro Ravvicinato con il pubblico. “Tornare” di Cristina Comencini, con Giovanna Mezzogiorno e Vincenzo Amato, sarà invece il film di chiusura.

In anteprima The Irishman di Scorsese

Il grande evento della manifestazione è la presentazione di "The Irishman", attesissimo film di Martin Scorsese che vanta un cast eccezionale: Robert De Niro, Al Pacino, Joe Pesci, Harvey Keitel. La pellicola sarà presentata il 21 ottobre, alla presenza del regista e di almeno uno dei tre attori. In preapertura, nei giorni precedenti all'inizio della manifestazione, vedremo "La prima donna" con Licia Maglietta e "Jesus Rolls", atteso spin off de "Il grande Lebowski" dedicato a Jesus Quintana (John Turturro e Bobby Cannavale saranno presenti per presentarlo).

Gli ospiti della Festa del cinema di Roma

Gli ospiti prestigiosi sono da sempre il vanto di questo festival. Oltre ai personaggi già citati (tra Incontri ravvicinati e presentazioni), vedremo Olivier Assays, Fanny Ardant, Kristin Scott Thomas, Bertrand Tavernier, Jia Zhangke, Mira Sorvino, e tanti altri. Molti gli scrittori, tra cui spicca Bret Easton Ellis. Non mancheranno omaggi a Franco Zeffirelli, Gillo Pontecorvo, Sergio Leone, Ugo Gregoretti, Andrea Camilleri, Lucia Bosè e le retrospettive, dedicate a Max Ophuls e Hirokazu Kore'eda.

Il programma della Festa del cinema

Di seguito, il programma della Festa del cinema 2019, suddiviso per le varie sezioni. Sono 33 i film presenti nella selezione ufficiale. Da notare anche la sezione Riflessi, dedicata al cinema italiano.

Selezione ufficiale

438 DAGAR |438 DAYS by Jesper Ganslandt
1982 by Oualid Mouaness
THE AERONAUTS by Tom Harper
ANTIGONE by Sophie Deraspe
DEUX | TWO OF US by Filippo Meneghetti
DOWNTON ABBEY by Michael Engler
DROWNING di Melora Walters
THE FAREWELL by Lulu Wang
FÊTE DE FAMILLE | HAPPY BIRTHDAY by Cédric Kahn
HONEY BOY by Alma Har’el
HUSTLERS by Lorene Scafaria
THE IRISHMAN by Martin Scorsese
JUDY by Rupert Goold
KOHTUNIK | YOUR HONOR by Andres Puustusmaauosmanen, Jaan Rekkor, Lee Trei
IL LADRO DI GIORNI by Guido Lombardi
LE MEILLEUR RESTE À VENIR by Matthieu Delaporte, Alexandre de La Patellière
MILITARY WIVES by Peter Cattaneo
MOTHERLESS BROOKLYN by Edward Norton
MYSTIFY: MICHAEL HUTCHENCE by Richard Lowenstein
NOMAD. IN THE FOOTSTEPS OF BRUCE CHATWIN di Werner Herzog
ON AIR by Manno Lanssens
PAVAROTTI by Ron Howard
REWIND by Sasha Joseph Neulinger
SANTA SUBITO by Alessandro Piva
RUN WITH THE HUNTED by John Swab
SCARY STORIES TO TELL IN THE DARK by André Øvredal
TANTAS ALMAS | VALLEY OF SOULS by Nicolás Rincón Gille
TROIS JOURS ET UNE VIE by Nicolas Boukhrief
VRBA | WILLOW by Milcho Manchevski
WAVES by Trey Edward Shults
WESTERN STARS by Thom Zimny
WHERE’S MY ROY COHN? by Matt Tyrnauer
YOUR MUM AND DAD by Klaartje Quirijns

Preapertura

Jesus Rolls di John Turturro
Le beatitudini di Sant’Egidio di Jacques Debs
L’uomo senza gravità di Marco Bonfanti
La giostra dei giganti di Jacopo Rondinelli
Gli anni amari di Andrea Adriatico
Roam Rome Mein di di Tannishtha Chatterjee
La prima donna di Tony Saccucci

Tutti ne parlano

LA BELLE ÉPOQUE di Nicolas Bedos
SHARE di Pippa Bianco
THE VAST OF NIGHT di Andrew Patterson

Riflessi

BAR GIUSEPPE di Giulio Base
DIE GEBURT DES LEOPARDEN | LA NASCITA DEL GATTOPARDO di Luigi Falorni
NESSUN NOME NEI TITOLI DI CODA di Simone Amendola
NOT EVERYTHING IS BLACK di Olmo Parenti
I WISH I WAS LIKE YOU di Luca Onorati
MOKA NOIR: A OMEGNA NON SI BEVE PIÙ CAFFÈ | MOKA NOIR: NO MORE COFFEE IN OMEGNA di Erik Bernasconi
IL TERREMOTO DI VANJA – LOOKING FOR CECHOV di Vinicio Marchioni
THAT CLICK di Luca Severi
THE WHEEL OF KHADI – THE WARP AND WEFT OF INDIA | LA RUOTA DEL KHADI – L’ORDITO E LA TRAMA DELL’INDIA di Gaia Ceriana Franchetti