22 Maggio 2011
13:40

Festival di Cannes 2011: le prime premiazioni in attesa della Palma d’oro

Cominciano a fioccare i primi allori sulla croisette, sono infatti stati assegnati i premi minori del Festival di Cannes 2011, in attesa della palma d’oro di sta sera.
A cura di Francesco Zullo
in attesa della palma d'oro i primi riconoscimenti sulla croisette

In attesa dello spettacolare epilogo di stasera sulla croisette, in questi giorni si sono cominciati ad assegnare i premi minori e quelli del concorso parallelo a quello principale: Un Certain Regard. Per sapere a chi assegnerà la palma d'oro la giuria del festival di Cannes 2011, possiamo cominciare a dare uno sguardo alla scelta fatte da Emir Kusturica e dalla sua giuria per assegnare l'Un Cerain Regard. A quanto pare il lavoro di Kusturica e dei suoi è stato alquanto improbo, in ballo c'erano 21 film provenienti da 19 paesi del mondo.

Nonostante l'alacre lavoro della giuria, il premio principale dell'Un Certain Regard è stato vinto ex equo tra Kim Ki-Duk ed e Andreas Dresen. Il regista coreano è riuscito ad accaparrarsi il prestigioso premio grazie al suo documentario autobiografico Arirang. Durante il film Ki-Duck cerca di spiegare al mondo lo stato in cui il regista si è trovato durante i tre anni che lo hanno tenuto lontano dalla sua attività. Struggente, difficile e malinconico il film è riuscito a stupire la giuria di Kusturica. Stopped on track è invece la pellicola per la quale è stato premiato Andrea Dresen: drammatico ma poetico, il film narra in maniera sublime il dramma patito da un malato terminale alla fine della sua corsa. Un Certain Regard ha premiato anche l’iraniano Mohammad Rasoulof come miglior regista, per il suo Goodbye, una menzione speciale è stata assegnata a Nadine Labaki con Where do we go now?, mentre ad Elena di Andrey Zvyagintsev è stato assegnato un premio speciale.

Gloria anche per l'Italia, che in questo Festival di Cannes 2011 comincia ad ottenere i primi riconoscimenti con Paolo Sorrentino ed il suo This must be the place. Il film ottiene il Premio Ecumenico, per le riflessioni che ha saputo scatenare in coloro che hanno assegnato il premio. Premi anche per Les Géants di Bouli Lanners, che si è aggiudicato il premio assegnato dagli esercenti indipendenti e dalla fondazione per i diritti d'autore, e per Le Havre di Aki Kaurismaki, premiato dalla critica internazionale. In fine segnaliamo il premio Label Europa Cinemas, andato a Atmen di Karl Markovics ed il premio Palm Dog, premio assegnato ai cani presenti nei film, ottenuto dal terrier di The Artist. Ora siamo davvero pronti per conoscere il nome del film che otterrà la palma d'oro del festival di Cannes 2011.

Festival di Cannes 2011: il trionfo di The Tree of Life e tutti gli altri vincitori
Festival di Cannes 2011: il trionfo di The Tree of Life e tutti gli altri vincitori
Festival Di Cannes 2011: rivelato il programma della 64esima edizione
Festival Di Cannes 2011: rivelato il programma della 64esima edizione
La giuria del Festival di Cannes 2011: ecco i nomi
La giuria del Festival di Cannes 2011: ecco i nomi
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni