Un flop commerciale senza precedenti per "The Fanatic", l'ultimo film di John Travolta che ha incassato al debutto la misera cifra di 3100 dollari, vale a dire una media di poco più di 60 dollari per ognuno dei 52 cinema che hanno proiettato il film. Non una grande distribuzione, va detto, ma se il botteghino piange la critica di certo non ride. Rotten Tomatoes assegna un ridicolo 17% al film e la critica specializzata ha stroncato il film diretto da Fred Durst (si, il frontman dei Limp Bizkit) senza pietà. Secondo "Hollywood Reporter", il film non riuscirà a superare l'incasso di 15mila dollari per il week-end.

La trama del film

Moose (John Travolta) è un cinquantenne autistico e grande fan dei film horror dell'attore Hunter Dunbar (Devon Sawa). Quando Moose si ritrova l'opportunità di conoscerlo e chiedergli un autografo, questi lo rifiuta. Quando Moose scopre un app che promette di rivelare gli indirizzi di casa delle celebrità più famose, riesce a individuare quello del suo eroe. Così si reca a casa di Hunter Dunbar, il quale lo intima di stare lontano dalla sua abitazione. L'ossessione di Moose si spingerà fino a un punto di non ritorno.

Gli insuccessi di John Travolta

È dal 2016 che non ne va bene una all'attore di "Pulp Fiction", "Grease" e "La febbre del sabato sera". Il botteghino non gli sorride dall'epoca di "I am Wrath", film mai arrivato in Italia, che a fronte di un budget di 18 milioni di dollari ha incassato al cinema poco più di 6000 euro. Nel 2017, "Gotti" a fronte di un budget di 10 milioni di dollari ha incassato 6.1 milioni di dollari. "Trading Paint", un anno fa, con Michael Madsen, Shania Twain e Denny Mendez (la nostra Denny Mendez!), avrebbe fatto fatica a trovare distribuzione negli States, ripiegando sull'Home Video Market. Su Rotten Tomatoes, il film ha un voto pari allo 0%.