Opinioni
30 Luglio 2021
12:12

Focolaio Covid sarebbe partito da Festival in Sardegna: “Boom di contagiati tra gli attori”

Il Covid torna a fare paura negli eventi estivi. In particolare, Repubblica riporta di un cluster “forse nato da un Festival in Sardegna” e che avrebbe provato “un boom di contagi tra gli attori”. Il Festival in questione è il Filming Italy, diretto da Tiziana Rocca e tenutosi in terra sarda dal 21 al 25 luglio. La Asl Rm1 ha confermato il tampone positivo di uno degli ospiti del festival, che però ora risulterebbe “irraggiungibile da due giorni”.
A cura di Eleonora D'Amore

Il Covid torna a fare paura negli eventi estivi. In particolare, Repubblica riporta di un cluster "forse nato da un Festival in Sardegna" e che avrebbe provato "un boom di contagi tra gli attori". Il Festival in questione è il Filming Italy, diretto da Tiziana Rocca e tenutosi in terra sarda dal 21 al 25 luglio. In particolare, sembra si stiano approfondendo i contatti avuti durante una festa che si è tenuta al resort Forte Village di Cagliari, sulle meravigliose spiagge caraibiche di Santa Margherita di Pula.

Protocollo sanitario studiato con lo Spallanzani

Ospiti italiani e internazionali, tra i quali: Elizabeth Olsen, Heather Graham e Vanessa Hudgens, Valeria Golino, Valeria Mazza, Claudio Bisio, Sabrina Impacciatore, Paola Cortellesi, Riccardo Milani, Gianmarco Tognazzi, Tosca, Lina Sastri, Remo Girone e Claudia Gerini. L'organizzatrice Tiziana Rocca è sicura che l'accurato protocollo sanitario "studiato da un ospedale di Cagliari con lo Spallanzani di Roma" abbia funzionato e che i contagi non provengano dalle giornate del cinema: "Ho parlato con quasi tutti i miei ospiti negli scorsi giorni e nessuno mi ha riferito di essere positivo".

Intanto però La Asl Rm1 ha confermato al quotidiano La Repubblica di aver effettuato un tampone, risultato positivo, a uno degli ospiti del festival e ora che risulterebbe necessario tracciare i suoi contatti per ricostruire l'eventuale rete dei contagi si stanno trovando in difficoltà nel reperire "l'ospite 0" poiché quest'ultimo risulterebbe "irraggiungibile da due giorni". Tutto questo starebbe destando enorme preoccupazione, soprattutto perché la normale procedura in caso di positività non si è potuta attivare per tempo, a causa di una situazione che sarebbe stata gestita "nella massima omertà, nel silenzio, senza nessuna forma di collaborazione con le autorità sanitarie".

Sabrina Impacciatore in isolamento: "Un positivo sul set"

L'unica attrice al momento ad aver rotto il silenzio, raccontando di poter essere positiva al Covid-19, è Sabrina Impacciatore, che però restituisce una versione ben lontana dalle assolate terre sarde dove si è svolto il Festival della Rocca: "Sono ancora in attesa di tampone, ma sono in isolamento. Il 27 è risultata positiva una persona della troupe sul set del film su cui sto lavorando. Anche i miei colleghi sono in quarantena. In Sardegna eravamo davvero ben controllati”.

L'organizzatrice del Festival: "Attori quasi tutti vaccinati"

Tiziana Rocca aggiunge anche che la maggior parte degli attori presenti al Filming Italy era vaccinato addirittura con seconda dose e, comunque, non esente dal controllo rigoroso con i tamponi quotidiani: "Erano quasi tutti vaccinati con seconda dose, e solo pochi attori italiani attendono ancora il vaccino. Ma comunque tutte le persone che sono entrate, anche chi aveva il Green pass, ha dovuto fare un tampone all'arrivo e alla partenza. Ho i referti di tutti: negativi".

Claudia Gerini ha spiegato perché non ha fatto il vaccino

Tra i pochi attori non vaccinati, però, c'era un nome altisonante: Claudia Gerini, che ha spiegato di non essere propriamente una no vax: “Mia figlia diciassettenne l’ha fatto, quindi non è che io sia contraria. Ma ho tantissimi timori. Bisogna fare tanti esami prima di farsi inoculare una cosa così, perché non l’ho detto io: la Food and Drug Administration l’ha approvato in emergenza visto che non c’è una cura. Speriamo che piano piano si scoprano delle cure”. L'attrice è entrata nel dettaglio di alcuni suoi problemi di salute avuti in gravidanza, per i quali potrebbe essere a rischio trombosi:  “Mi spaventa il fatto delle trombosi, io ho una predisposizione e anche in gravidanza ho dovuto fare particolare attenzione”. E sul Green Pass obbligatorio dal 6 agosto: “Non sono sicura che il Green pass sarà per sempre, ho dei dubbi. Ma in ogni caso adesso, se ho dei problemi, non entrerò nei teatri o nei posti al chiuso, che altro devo fare. Farò i tamponi, quello non è un problema. Ormai è un anno che li facciamo, sono stata su tanti set. Meglio quello che un rischio così. Non voglio influenzare nessuno”.

Casertana di origine, napoletana di adozione. Laureata in Lingue e Letterature Straniere all'Università L'Orientale di Napoli, lavora a Fanpage.it dal 2010, anno in cui il giornale è nato. Caposervizio dell'area spettacolo.
Focolaio Covid sul set de La Sirenetta in Sardegna, sospese le riprese
Focolaio Covid sul set de La Sirenetta in Sardegna, sospese le riprese
Beatrice Valli e la sua famiglia positivi al Covid: "Contagiati anche i bambini"
Beatrice Valli e la sua famiglia positivi al Covid: "Contagiati anche i bambini"
Focolaio di Covid al Grande Fratello Usa, 9 persone positive nella produzione
Focolaio di Covid al Grande Fratello Usa, 9 persone positive nella produzione
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni