I funerali di Carlo Vanzina, il regista morto a Roma l’8 luglio 2018 dopo una lunga malattia, saranno celebrati martedì 10 luglio alle ore 11 nella Basilica di Santa Maria degli Angeli a Roma. Incessante la folla di amici, colleghi e familiari arrivata alla clinica Mater Dei per rendere l’ultimo saluto al regista scomparso. Non è stata allestita alcuna camera ardente per volere dei familiari. Vanzina si è spento a 67 anni dopo una lunga malattia.

Il ricordo commosso di Enrico Vanzina

Il fratello Enrico ha rilasciato un lungo e commosso commento sulle pagine del Messaggero: “Per me Carlo era tutto. Era mio fratello, era il mio migliore amico. Siamo stati insieme praticamente tutti i giorni della nostra esistenza, prima da piccoli, poi da adolescenti, poi lavorando insieme. Carlo è stato il mio passato ed era il mio futuro. Essendo il fratello maggiore ho provato a proteggerlo per tutta la vita. Non ce l'ho fatta. Come diceva George Simenon `bisogna accettare la vita come viene, lei è più forte di noi´”. Rattristato anche l’ex Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi che ha espresso in una nota il suo cordoglio: “Sono profondamente rattristato, con lui il cinema italiano perde un protagonista che ha saputo dipingere con ironia affettuosa il costume, le abitudini, le qualità e i difetti degli italiani”.

I ricordi dei colleghi e di chi con Carlo aveva lavorato

Tantissimi sono stati i ricordi affettuosi espressi dai colleghi e da chi con Vanzina aveva collaborato a lungo. Aurelio De Laurentiis ha reso noto il suo stato d'animo sulle pagine di Fanpage.it: “Se ne va un amico e un collaboratore. Ero a conoscenza della sua malattia ma la morte ci ha lasciato attoniti”. Commosso Carlo Buccirosso: “Se n'è andato via troppo presto un grande signore, un uomo dolce di grande cultura, umile e sensibile che amava la propria famiglia ed il proprio lavoro come nessuno, e che aveva sempre fatto del rispetto dei colleghi la prerogativa della sua vita… Mi mancherà troppo, ed il cinema difficilmente potrà ritrovare un uomo sincero ed intelligente come lui, che sapeva ascoltare e raccontare con l'amore di un grande cuore! …Con tutto il dispiacere di questo mondo”. Numerosi altri sono quelli che hanno reso nota la propria tristezza attraverso i social network.