È ufficialmente scoppiata di nuovo la "Grease-mania". Da tre giorni campeggiano stabilmente nei trend del web gli originali Danny Zuko e Sandy Olsson, ovvero John Travolta e Olivia Newton-John. La coppia si è ritrovata sul palco per l'evento "Meet'n'Grease" tenutosi al Coral Sky Amphitheatre di West Palm Beach, in Florida, il 13 dicembre. In molti hanno notato la felicità sul volto di Olivia Newton-John, che come è noto combatte da anni contro un male incurabile stabile e sotto controllo: "Non voglio sapere quanto mi resta". L'esperienza e il ritorno nel ruolo di Sandy in pubblico l'hanno resa felice, non ha nascosto l'emozione per la sua condizione: "Abbiamo finalmente indossato i nostri costumi per la prima volta, sono felice, che eccitazione". 

Lo stato emotivo di Olivia Newton-John

I quotidiani americani rivelano anche dello stato emotivo della Sandy di "Grease", che finalmente può mettere da parte il dolore per le cure e per la sua condizione: "Dopo tanta sofferenza finalmente mi sento felice". Anche John Travolta ha voluto ricordare l'importanza di questa produzione: "Grease sarà sempre sul pezzo". Il film ha contribuito a lanciare le carriere di entrambi, sebbene Olivia Newton-John abbia fatto molto poco al cinema dopo il ruolo di Sandy Olsson, conquistando però 4 Grammy e vendendo 100 milioni di dischi in tutto il mondo.

Il successo immortale di Grease

"Grease" è un successo immortale. A livello mondiale, in sala, ha incassato quasi 400 milioni di dollari a fronte di un budget totale pari a 6 milioni di euro. In quella stagione, era il 1978, si piazzò al primo posto negli Stati Uniti e in Italia, dove incassò un totale di 8 miliardi di lire (il corrispettivo degli odierni 18 milioni di euro, considerata l'inflazione). Solo nomination per i premi più importanti ai Golden Globe e ai Premi Oscar. Il film ha avuto anche un sequel nel 1982, con un cast completamente differente e uno scarso successo di pubblico e di critica. Nel 2016, inoltre, è stato prodotto "Grease: Live" un remake del film originale del 1978.

Grease will ALWAYS be the word.

A post shared by John Travolta (@johntravolta) on