Luca Guadagnino conferma: il sequel di "Chiamami col tuo nome" si farà. Il fortunato film diretto dal regista italiano, vero e proprio cult amatissimo da pubblico e critica, avrà un seguito che dovrebbe titolarsi "Cercami", attualmente in fase di preproduzione. Altra grande notizia, tornerà l'intero cast della prima pellicola: dunque, rivedremo Timothée Chalamet ancora nei panni del giovane protagonista Elio, Armie Hammer in quelli di Oliver e Michael Stulhbarg nel ruolo del padre di Elio. Purtroppo, la lavorazione è al momento ferma a causa dell'emergenza Coronavirus, come ha spiegato Guadagnino in un'intervista a La Repubblica. "Cercami" sarà tratto dal romanzo uscito nel 2019 di André Aciman (già autore del libro da cui è stato tratto "Chiamami col tuo nome").

Sarei dovuto andare in America per incontrarmi con uno sceneggiatore che amo molto, del quale però non farò il nome. Dovevamo parlare della seconda parte di Chiamami col tuo Nome, ma purtroppo per adesso è tutto annullato. Posso dire però che è un grandissimo piacere lavorare di nuovo con Timothée Chalamet, Armie Hammer, Michael Stulhbarg e le altre star. Nel nuovo film ci saranno tutti.

Luca Guadagnino in isolamento, i nuovi progetti

Nel frattempo il regista è al lavoro su un altro progetto: la serie tv HBO "We Are Who We Are", sul coming of age di due adolescenti americani in una base militare in Italia. Guadagnino al momento è costretto a vivere isolato nella sua abitazione milanese per le misure richieste dall'emergenza Coronavirus e si muove solo andare al montaggio della serie: "Le regole si rispettano, per senso civico. Sono un cittadino, eseguo quello che mi viene chiesto di fare". In questo periodo è impegnato anche nella produzione del thriller "Born To Be Murdered" con Alicia Vikander e come regista ha appena finito di girare il documentario "Salvatore Ferragamo: The Shoemaker of Dreams". Non solo, lo vedremo dietro la macchina da presa in due film decisamente succosi: una pellicola ispirata all'album di Bob Dylan "Blood on the Tracks" e l'adattamento del celebre romanzo "Il signore delle mosche".

Il messaggio di Timothée Chalamet per Crema

Intanto, proprio il protagonista di "Chiamami col tuo nome" Timothée Chalamet ha mandato un messaggio di incoraggiamento all'Italia, alle prese con il dramma dell'epidemia. In particolare, l'attore si è rivolto alla città di Crema, dove sono state girate diverse scene del film di Guadagnino: "Sto pensando a tutte le persone nelle zone calde adesso, giovani e anziane, ma Crema: il mio cuore è con te. Non posso credere che stia succedendo. Ho il cuore spezzato per queste storie che sto leggendo, in luoghi che conosco!! Per favore, cercate di stare al sicuro".