Continua il periodo nero di Johnny Depp, tra denunce per aggressione e problemi professionali. L'ultima notizia riguarda il suo nuovo film "City of Lies", poliziesco tratto da una storia vera che racconta le indagini sugli omicidi irrisolti dei rapper Tupac Shakur e The Notorious B.I.G.. Doveva uscire in sala a breve, arrivando anche nei cinema italiani dal prossimo 7 settembre. E invece, la pellicola è stata improvvisamente ritirata, senza una spiegazione ufficiale né una nuova data.

L'accusa di aggressione contro Johnny Depp

Probabile che dietro la scelta ci siano questioni legali in cui la produzione è coinvolta. Qualche mese fa, infatti, Depp è stato denunciato dal location manager del film in questione, che lo ha accusato di averlo preso a pugni in un momento di probabile ubriachezza. L'uomo, Gregg Brooks, ha inoltre sostenuto di essere stato licenziato per essersi rifiutato di firmare un documento con la rassicurazione di non citare in giudizio la produzione. L'attore, peraltro, è alle prese con altri casi simili: i suoi bodyguard lo hanno denunciato per sfruttamento, parlando di un Depp continuamente sotto l'effetto di droghe pesanti. Continua peraltro lo scambio di accuse tra lui e la ex Amber Heard.

Pirati dei Caraibi 6 forse senza Depp

E non è tutto. Disney sta sviluppando il sesto capitolo di "Pirati dei Caraibi", ma le ultime notizie da Hollywood dicono che la presenza di Depp nel ruolo di Jack Sparrow sia tutt'altro che scontata. Solo qualche anno fa, un film della saga senza Depp sarebbe stato impensabile: ora, gli scandali legali starebbero spingendo la casa di Topolino, sempre molto rigida sulle questioni morali, a ripensare il nuovo film senza il suo eroe più iconico. Se non altro, l'immagine di Depp ha buone possibilità di rifarsi grazie all'altro grande titolo che lo vedrà presto tra i protagonisti: "Animali fantastici – I crimini di Grindelwald", in sala il 15 novembre, in cui interpreterà il malvagio mago oscuro Gellert Grindelwald.