Chiuse le iscrizioni per i film di nazionalità italiana che intendono concorrere alla selezione del film che rappresenterà l’Italia nella categoria "International Feature Film Award" della 92esima edizione dei Premi Oscar. I cinque film italiani proposti per la selezione della pellicola che correrà agli Oscar 2020 sono: ‘Martin Eden‘ di Pietro Marcello, ‘La paranza dei bambini‘ di Claudio Giovannesi, ‘Il primo re‘ di Matteo Rovere, ‘Il traditore‘ di Marco Bellocchio e ‘Il vizio della speranza‘ di Edoardo De Angelis. La commissione istituita presso l’Anica su richiesta dell’Academy Awards, si riunirà il prossimo 24 settembre e dovrà comunicare il titolo entro il 1 ottobre 2019. L’annuncio delle nomination è previsto per il 13 gennaio 2020 mentre la cerimonia di consegna degli Oscar si terrà a Los Angeles il 9 febbraio 2020.

Gli attori vincitori degli Oscar 2018

L’Academy of Motion Picture Arts and Sciences ha comunicato che la Notte degli Oscar 2020, arrivata alla novantaduesima edizione, si terrà il 9 febbraio 2019 ed è stata in grado di anticipare che l’edizione del 2021 probabilmente cadrà in data 28 febbraio e quella del 2022 vedrà i premi consegnati il 27 febbraio. La Notte degli Oscar 2018 ha visto trionfare, principalmente, quattro attori, che hanno rappresentato anche i film portati in concorso e rivelatisi un grande successo al boxoffice mondiale: Rami Malek come Miglior Attore Protagonista, per Bohemian Rhapsody, Olivia Colman come Miglior Attrice Protagonista per La Favorita, Regina King come Migliore Attrice Non Protagonista per If Beale Street Could Talk e Mahershala Ali come Miglior Attore Non Protagonista per Green Book.

Gli oscar alla carriera già annunciati

Il Dolby Theatre di Hollywood, a Los Angeles, è pronto ad accogliere la nuova selezione di film che si batterà per la conquista delle statuetta più ambita nel mercato cinematografico internazionale. La cerimonia verrà trasmessa in America sulla ABC, mentre in Italia sarà possibile seguirla in diretta, come sempre, sui canali Sky cinema. Annunciati già gli Oscar alla carriera  che verranno consegnati a David Lynch, Wes Studi e all’italiana Lina Wertmüller. Per l'attrice Geena Davis, invece, il premio Jean Hersholt Humanitarian Award, per il suo impegno nel riconoscimento dell’uguaglianza di genere nei media. La Devis, infatti, è fondatrice della Geena Davis Institute of Gender in Media, una no-profit che spinge gli studios a creare più personaggi femminili in tv e al cinema, in particolare nella programmazione per bambini.