Continua la querelle attorno a Via col vento, l'iconico film del 1939 diretto da Victor Fleming che vinse 8 oscar nel 1940. Dopo la decisione della HBO di toglierlo dal catalogo della sua piattaforma streaming perché considerato un film che giustifica il razzismo e incita alla schiavitù, anche le sale cinematografiche sembra che debbano adattarsi a questa decisione. Ed ecco, infatti, che a Parigi la proiezione del film è stata cancellata.

La proiezione viene cancellata

È accaduto al Grand Rex, il cinema più grande di Parigi, che ha cancellato la proiezione di Via col vento, prevista per il 22 giugno occasione della riapertura della sala. La proiezione rientrava nell'iniziativa del cinema che aveva organizzato una rassegna dei film cult realizzati negli anni e, ovviamente, tra i tanti titoli figurava anche il film preso sotto esame. In una nota diffusa nella giornata di venerdì 12 giugno, il Grand Rex spiega il motivo di questa improvvisa cancellazione, non voluta direttamente dai responsabili della sala, bensì da una delle più note case di produzione cinematografia: la Warner Bros.

La richiesta della Warner Bros dopo la HBO

Nella nota, infatti, vi era scritto:"la Warner Bros ci ha indicato che auspicava la cancellazione della proiezione di ‘Via col vento'". Questo ammonimento nasce in seguito alla decisione presa dalla HBO che ha cancellato momentaneamente il film dal proprio catalogo di proposte cinematografiche, ma l'obiettivo primario è quello di apporre all'inizio del film una piccola introduzione che favorisca l'apprendimento del contesto storico, culturale e sociale in cui il film è stato realizzato e ambientato. La pellicola tratta dal libro di Margaret Mitchell, sullo sfondo della Guerra civile americana parlava della storia d'amore tra Rossella O'Hara e Rhett Butler, ma come dice stesso la HBO essendo "un prodotto del suo tempo e dipinge alcuni dei pregiudizi etnici e razziali che sono diventati, sfortunatamente, comuni nella società americana".