Beppe Grillo con un tweet ha finito per riaccendere l'interesse per una delle grandi commedie degli anni '80, una delle migliori con Bill Murray: "Ricomincio da capo". Il garante del Movimento Cinquestelle ha scritto: "Dopo i terrapiattisti e i gilet arancioni di Pappalardo, pensavo di aver visto tutto…ma ecco l'assemblea costituente delle anime del Movimento. Ci sono persone che hanno il senso del tempo come nel film "Il giorno della marmotta". E il tempo in quel film semplicemente ritorna sempre allo stesso punto. A cosa si riferiva di preciso Beppe Grillo? Sembrerebbe certamente una sonora bacchettata alle anime del Movimento Cinquestelle.

Ricomincio da capo, il film con Bill Murray

Il protagonista, il burbero meteorologo Phil Connors, recatosi a Punxsutawney in Pennsylvania con la sua troupe per raccontare i festeggiamenti del Giorno della Marmotta ("Groundhog Day" è appunto il titolo originale della commedia di Harold Ramis) scopre di essere di fatto bloccato al risveglio nella stessa giornata, il 2 febbraio. Ogni giorno che passa lui finisce per riviverlo e solo quando capirà gli sbagli che ha commesso fino a quel momento e sarà un uomo pronto a recuperare il tempo (e l'amore) perduto, allora l'incantesimo sarà finalmente spezzato.

Il remake con Antonio Albanese

"Ricomincio da capo" ha avuto anche un remake italiano: "È già ieri", diretto nel 2004 da Giulio Manfredonia. Ad interpretare il burbero giornalista Filippo Fontana, impegnato in un reportage sulle cicogne nelle Isole Canarie, è Antonio Albanese. Filippo si ritroverà intrappolato in un loop infinito fino a quando non capirà come vivere la vita senza sprecare più nessun minuto del suo tempo, dedicandosi agli altri con gentilezza e amore.