3 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Il nuovo “300” sbanca ai box office, bene anche Ozpetek

Il box office della settimana dal 6 al 9 marzo premia gli esordi di “300 – L’alba di un impero” e del nuovo di Ferzan Ozpetek, “Allacciate le cinture”.
A cura di G.D.
3 CONDIVISIONI
Immagine

Come era ampiamente prevedibile è "300 – L'alba di un impero" il film più visto del weekend dal 6 al 9 marzo in Italia, contestualmente a quanto sta avvenendo anche negli Usa. Per il film prodotto da Warner Bros e Legendary Pictures, sequel della dura lotta tra spartani e persiani, un incasso di 2.4 milioni di euro su una distribuzioni pari a 580 sale. Nel confronto con lo scorso anno il risultato è inferiore (c'era "Il grande e potente Oz" che incassava 3 milioni di euro), ma resta comunque un buon risultato.

Nonostante le polemiche che serpeggiano su twitter, proprio tra Ferzan Ozpetek e Beppe Severgnini con il giornalista che ha consigliato di evitare il film, "Allacciate le cinture" incassa 1,5 milioni di euro al suo esordio. In terza posizione c'è "La bella e la bestia" che con 1 milione di euro questa settimana, raggiunge quota 3,4 milioni di euro. Segue "12 anni schiavo", premio Oscar come Miglior Film,  incassando 847mila euro e superando i 3,5 milioni dopo tre settimane di programmazione.

Nuove uscite. La versione in 3D di Tarzan incassa 602mila euro, esordendo in sesta posizione, il film di Claudio Amendola, "La mossa del pinguino", viene accolto timidamente e incassa 283mila euro (è distribuito solo in 182 sale), mentre "Un ragionevole dubbio" di Peter P. Croudins è solo dodicesimo, incassando 136mila euro.

3 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views