Dopo il successo del live action de Il Re Leone, diretto da Jon Favreau, la Disney ha dato il via alla produzione di un nuovo live action che racconterà le origini di Mufasa. Non sarà un seguito vero e proprio, quindi, ma una sorta di prequel con salti temporali, che racconterà meglio i personaggi adulti del film che ha incassato 1.6 miliardi di dollari nel mondo.

La produzione del nuovo film sul Re Leone

La Disney ha assegnato il film al premio Oscar Barry Jenkins (Moonlight) per dirigere questa nuova storia dell'avvincente mondo de Il Re Leone. Il regista ha dichiarato: "È un sogno che si avvera. Poter espandere questa magnifica storia è una grande occasione. Proseguirò a raccontare le vite e le anime delle persone della diaspora africana". Alla sceneggiatura c'è Jeff Nathanson, che ha già lavorato al primo film e che ha sceneggiato "Prova a prendermi", "Tower Heist" e "Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar". Non c'è ancora una data ufficiale per l'inizio della lavorazione. Non ci sono notizie sul cast, ma sembrerebbe tutto da rifare. Nel primo film c'erano Chiwetel Ejiofor, Donald Glover, Alfre Woodard, Beyoncé, James Earl Jones, John Oliver, Keegan-Michael Key, Eric Andre, Seth Rogen, Billy Eichner, Amy Sedaris e Chance the Rapper.

Il personaggio di Mufasa

Mufasa è il padre di Simba ed è il Re della savana. Nel film in live action, come nel lungometraggio di animazione, lo vediamo come un monarca saggio, buono e generoso che sa essere anche severo e autoritario. Odiato da Scar, il suo fratello minore, cresciuto nel rancore per il fatto di non poter mai diventare re, Mufasa sarà ucciso proprio da lui. Ecco allora che la storia di questo nuovo film potrebbe raccontare proprio questo rapporto conflittuale tra i due fratelli, insieme all'incontro con Sarabi, sua dolce sposa e regina.