Gennaro Nunziante, regista di tutte le pellicole di successo di Checco Zalone, da “Cado dalle nubi”(2009) a “Quo vado?”(2016), torna al cinema con la commedia “Il Vegetale”, con un protagonista d’eccezione: Fabio Rovazzi. Il cantante, diventato una vera e propria celebrità della musica italiana grazie ai tormentoni “Andiamo a comandare”, “Tutto molto interessante” e “Volare”, esordisce al cinema nei panno di Fabio, un giovane neolaureato, come tanti, che non riesce a trovare un lavoro. Suo padre e sua sorella lo chiamano “vegetale”, ma proprio quando la situazione sembra precipitare, un evento inatteso gli darà la spinta per cambiare la sua vita. Nel cast, Nunziante ha curato anche la sceneggiatura e ha  voluto nel cast Luca Zingaretti, Ninni Bruschetta, Paola Calliari, Alessio Giannone e la piccola Rosy Franzese. “Il Vegetale” è prodotto da Piero Crispino per 3ZERO2 e co-prodotto da The Walt Disney Company Italia, in collaborazione con Sky Cinema, e uscirà nelle sale italiane il 18 gennaio 2018, distribuito da The Walt Disney Company Italia.

La trama.

Fabio è un giovane neolaureato che, come tanti altri ragazzi italiani nelle stesse condizioni, non riesce a trovare un lavoro. Il padre ingombrante e una sorellina capricciosa e viziata non mancano di definirlo impietosamente un "vegetale", anche perché il giovane sembra rassegnato a questa situazione senza reagire. Un evento inatteso però ribalterà improvvisamente i ruoli e per tutti i protagonisti sarà necessario adattarsi alla nuova situazione, superare i propri pregiudizi e crescere insieme.

Il cast.

Il cast completo della commedia di Nunziante è composto da: Fabio Rovazzi (Fabio), Luca Zingaretti, Antonino Bruschetta, Paola Calliari, Rosy Franzese e Matteo Reza Azchirvani.

Le curiosità sul film che dovete sapere.

1. Il regista ha dichiarato che la sua scommessa era quella di realizzare un film che facesse ridere ma sapesse anche far riflettere il pubblico all’uscita dalla sala. “Il Vegetale” intende sfruttare la naturale comicità di Rovazzi, la sua fisicità e allo stesso tempo vuole anche offrire spunti su temi oggi importantissimi come il senso della comunità e quello della giustizia sociale.

2. Fabio Rovazzi, con la sua solita verve dirompente, ha dichiaratio che “Dopo aver completamente rovinato la discografia italiana, mi sembra giusto rovinare anche il cinema”.

3. Le riprese del film si sono tenute nei bellissimi borghi laziali di Greccio e Labro, precisamente al centro storico e al castello Nobili-Vitelleschi.