La polemica innescata da Martin Scorsese sui film con protagonisti i supereroi, che riempono i nostri cinema, non è certamente passata inosservata. Da circa un mese, infatti, a più riprese il tema è stato riaffrontato anche da altri esponenti dell'industria cinematografica. Adesso a dire la sua c'è anche il direttore della Marvel, Kevin Feige.

Le opinioni del regista

Il regista che in questi giorni è nelle sale con il suo ultimo capolavoro, The Irishman, ha più volte espresso dei pareri affatto positivi nei confronti dei film prodotti dalla Marvel. Tanti, infatti, sono i titoli che affollano i nostri cinema, con protagonisti supereroi e personaggi dei fumetti, e secondo Martin Scorsese questi film non favorirebbero un approccio critico ad un prodotto cinematografico come accade, invece, per altre pellicole che racconterebbero delle storie verosimili. Questi prodotti, quindi, sebbene incassino milioni di dollari più che aiutare il cinema lo affosserebbero.

I pro e i contro Scorsese

Da quando è scoppiata la polemica ci sono stati, ovviamente, coloro che si sono schierati a favore del regista e altri che, invece, non hanno esitato ad esprimere la propria opinione a riguardo. Se Francis Ford Coppola e Ken Loach, della stessa generazione di Scorsese, si sono schierati a suo favore, altri nomi noti dell'industria cinematografica, come Bob Iger amministratore delegato della Disney, ha dichiarato al New York Times: "Grande regista, ma non credo che ne abbia mai visto uno". Ma il commento più importante è sicuramente quello di Kevin Feige.

Il commento di Kevin Feige

Fino ad ora il direttore della Marvel, non aveva commentato le dichiarazioni fatte dal noto regista, ma dopo aver assistito all'ennesimo appunto da parte di Martin Scorsese, non si è risparmiato nel dirgli quale sia il suo pensiero sull'argomento e  in un'intervista rilasciata ad Hollywood Reporter dichiara:

Penso che Scorsese abbia torto. Penso che come me, tutti coloro che lavorano a questi film amano il cinema, amano i film, amano andare al cinema e guardare l'esperienza collettiva di guardare un film in un teatro pieno di altre persone. Tutti hanno una diversa definizione d'arte.