Klaus, il film targato Netflix di produzione spagnola, è stato vincitore di ben 7 categorie agli Annie Awards i più importanti premi dedicati ai film d'animazione. La cerimonia di premiazione si è tenuta nella serata di ieri, 25 gennaio 2020, alla Royce Hall nel campus della UCLA.

Klaus vincitore di 7 categorie

Con film in nomination come Frozen 2 e Missing Link, entrambi firmati Disney, non ci si sarebbe aspettati una vittoria così schiacciante del colosso californiano che invece ha letteralmente conquistato la giuria degli Annie Awards. Klaus, il film d'animazione a tema natalizio, realizzato da Sergio Pablos (già regista di Cattivissimo me), è stato sorprendentemente vincitore di ben 7 categorie su 13 dedicate ai lungometraggi. Si è aggiudicato, infatti, il premio per il miglior film d’animazione, insieme al premio per la regia, l’animazione del personaggio, il design del personaggio, il design della produzione, lo storyboard e il montaggio. Insomma, un vero e proprio tripudio di riconoscimenti. Non è stato da meno anche un altro film firmato Netflix, ovvero  I Lost My Body, che ha vinto nella categoria miglior film d’animazione indipendente, oltre che per la musica e la sceneggiatura.

Disney conquista solo due premi

I film della Disney in gara, ovvero Frozen 2 e Missing Link avevano ricevuto ben otto nomination, ma hanno portato a casa rispettivamente la vittoria per il miglior doppiaggio e gli effetti animati il primo, mentre nessun premio il secondo. Niente da fare anche per il ritorno di Toy Story sul grande schermo, con il suo quarto capitolo, che non ha ricevuto alcun riconoscimento.

Il successo di Klaus

Klaus ha riscritto la storia del Natale, rielaborando le tematiche che noi tutti conosciamo e creando un racconto fatto di umanità e dolcezza. Nella versione italiana le voci dei personaggi sono state affidate a degli interpreti davvero incredibili. Il protagonista, Jesper, prende infatti la voce di Marco Mengoni, che sarà affiancato da un'insegnante un po' confusa e disordinata di nome Ava, personaggio affidato ad Ambra Angiolini, a chiudere il cerchio la voce inconfondibile di Francesco Pannofino.