L'emergenza Coronavirus continua ad avere ripercussioni anche sull'intrattenimento. Alcune case produttrici le cui pellicole sono in piena fase di ripresa e che hanno allestito i set in varie zone d'Europa, dovranno fermare le riprese fino a quando la situazione non potrà definitivamente dichiararsi sotto controllo. In questi mesi, infatti, la Marvel stava portando a termine le riprese di una serie attesissima come "The Falcon and The Winter Soldier" che avrebbe dovuto debuttare ad agosto su Disney +, la piattaforma della nota casa di produzione cinematografica, che il 24 marzo farà il suo debutto anche in Italia.

Le riprese sono state sospese

La serie The Falcon and The Winter Soldier che ha come protagonisti i noti volti di Anthony Mackie e Sebastian Stan nei loro ormai iconici ruoli, rispettivamente di Sam Wilson e Bucky Barnes, era stata girata per diversi mesi ad Atalanta per poi spostarsi in Europa, attorno a Praga. In seguito al propagarsi del virus la produzione ha ritenuto necessario spostare le riprese. Non è la prima volta che la serie subisce uno stop involontario, dal momento che hanno dovuto rimandare alcune scene girate in Porto Rico a causa di un terremoto.

La storia di "The Falcon and The Winter Soldier"

Si tratta della prima delle otto serie televisive che la Disney+ ha promesso di realizzare insieme alla Marvel. La casa dei fumetti ha infatti stilato un vero e proprio programma, diviso per fasi, che prevede l'elaborazione non solo dei prodotti per la smart tv, ma anche per il cinema, infatti, sono numerosi i titoli preventivati anche per i prossimi anni. La storia di Falcon, ovvero Sam Wilson interpretato da Anthony Mackie, e Winter Soldier cioè Bucky Barnes a cui presta il volto l'attore Sebastian Stan riprende le vicende dell'ultimo Avengers Endgame, dove l'identità di Captain America è stata affidata al personaggio di Sam Wilson. Il tutto sarà raccontato in sei episodi di poco più di un'ora ognuno. Con molta probabilità le riprese, seppur stoppate, verranno realizzate negli studi americani, per fare in modo che la produzione e il successivo debutto della serie non tardino ulteriormente.