video suggerito
video suggerito

“La principessa e l’aquila”, la favola di Aishoplan narrata da Lodovica Comello

Otto Bell ci porta in Mongolia per raccontarci la storia di Aishoplan, una bimba di 13 anni che ha deciso fermamente di diventare la prima addestratrice di aquile del Paese, andando contro la tradizione aperta solo ai maschi. A narrare la favola è Lodovica Comello.
A cura di Ciro Brandi
23 CONDIVISIONI
Immagine

Otto Bell è il regista de “La principessa e l’aquila”, straordinario documentario, che racconta una storia vera, già presentato in anteprima al Sundance Film Festival 2016 e, successivamente, al Toronto International Film Festival e al London Film Festival. Bell ci porta sulle montagne della Mongolia, dove l’addestramento dell’aquila è una tradizione millenaria esclusivamente maschile che si tramanda di padre in figlio. La protagonista, però, è Aisholpan, una bimba tredici anni, che ha già deciso di diventare la prima addestratrice di aquile del Paese. Sotto la guida esperta di suo padre, la ragazza supererà ogni ostacolo che le si porrà di fronte, imparerà ad accudire la sua aquila e a farla volare, fino a dimostrare tutto il suo talento partecipando al Festival annuale che mette in competizione i più grandi addestratori della Mongolia.

Una favola sulla ribellione il coraggio di realizzare i proprio sogni

Con “La principessa e l’aquila”, Bell vuole raccontare una storia di amicizia pura, una favola per tutta la famiglia sulla ribellione e il coraggio di spingersi oltre per realizzare i propri sogni. Naturalmente, il regista non ha lasciato nulla al caso. I meravigliosi paesaggi della Mongolia sono incorniciati dalle musiche di Jeff Peters, con il pezzo portante “Angel by the Wings” cantato da Sia, mentre gli effetti speciali sono stati affidati a Lucien Harriot. La voce narrante nella versione originale è quella di Daisy Ridley, la Rey di “Star Wars – Il Risveglio della Forza”, mentre nella versione italiana, a narrare la storia è Lodovica Comello, la simpatica e talentuosa presentatrice di “Singing in the Car e “Italia’s Got Talent”, vista anche in gara all'ultimo Festival di Sanremo con il brano "Il cielo non mi basta". Il documentario sarà nelle nostre sale a partire dal prossimo 31 agosto.

23 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views