David Frankel è il regista che nel 2006 ha portato nelle sale il grandioso “Il diavolo veste Prada”. In pochissimo tempo, il film, basato sull’omonimo best-seller di Lauren Weisberger,  è diventato un vero e proprio cult. Protagoniste assolute sono Meryl Streep e Anne Hathaway, rispettivamente nei panni dell’integerrima Miranda Priestly, direttrice della rivista di moda “Runway” (personaggio ispirato ad Anna Wintour di “Vogue”) e Andrea Sachs, una 23enne che sogna di diventare scrittrice e che accetta un impiego come sua segretaria per ottenere, in cambio, una futura raccomandazione. L’avrete visto decine di volte, ma ci sono ancora 10 cose che, probabilmente, non sapevate.

1. L’ultima cosa carina detta da Meryl Streep

Durante il primo giorno di riprese, Meryl Streep ha detto ad Anne Hathaway: “Penso tu sia perfetta per il ruolo. Sono felicissima di lavorare con te”. Poi, dopo una breve pausa ha aggiunto: “Questa è l’ultima cosa carina che ti dirò”.

2. Anne Hathaway, assistente di una casa d’aste

Per prepararsi meglio al ruolo, Anne Hathaway ha lavorato come assistente, per una settimana, in una casa d’aste.

3. Il cameo della scrittrice Lauren Weisberger

Lauren Weisberger, scrittrice del romanzo, ha lavorato per anni a Vogue e nel film compare in un brevissimo cameo come governante delle gemelle di Miranda Priestly.

4. L’attore considerato per il ruolo di Nigel, prima di Stanley Tucci

Il ruolo del simpatico ed "utilissimo" Nigel (Stanley Tucci) fu offerto prima all’attore spagnolo Javier Cámara, grande amico di Pedro Almodovar col quale ha lavorato più volte, che però lo rifiutò.

5. Helen Mirren e Kim Basinger per il ruolo della Priestley

Le grandi Helen Mirren and Kim Basinger furono considerate per il ruolo dell’integerrima Miranda Priestley, prima della favolosa Meryl Streep.

6. Gisele Bundchen nel film, ma non come modella

La bellissima Gisele Bündchen accettò di prendere parte al film, ma ad una condizione: non doveva comparire come modella. Il regista, allora, le ha offerto la parte di Serena, amica e collega di Emily/Emily Blunt.

7. Juliette Lewis e Claire Danes considerate prima della Hathaway

Juliette Lewis e Claire Danes fecere dei provini per il ruolo di Andrea "Andy" Sachs, ma il regista e la produzione preferirono assoldare Anne Hathaway.

8. Il cameo di Valentino e i favolosi costumi

Molti affermati stilisti hanno fornito I loro vestiti per il film, rendendo così “Il diavolo veste Prada” la pellicola più costosa per quanto riguarda i costumi. L’unico, però, che ha accettato di fare un cameo nel film è Valentino Garavani, stilista che ha disegnato l’abito nero di Meryl Streep nella scena del Gala di beneficenza al Museo.

9. I premi

Il film ha vinto un Golden Globe come Migliore attrice in un film commedia o musicale, andato alla meravigliosa Meryl Streep e ha ottenuto anche due candidature agli Oscar: Migliore attrice protagonista (Meryl Streep) e Migliori costumi (Patricia Field).

10. Il budget e gli incassi

Il budget iniziale del film è stato di 35 milioni di dollari e, globalmente, il film ne ha incassati ben 326.551.094. Un successo clamoroso.