Il film di Tim Burton, del 2010, racconta di eventi seguenti alle avventure vissute dalla piccola ragazzina bionda nei celeberrimi romanzi “Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie”, “Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò” di Lewis Carroll. Nella pellicola di Burton, Alice ha 19 anni ed è interpretata da Mia Wasikowska, accompagnata da un cast da urlo composto da: Johnny Depp, Anne Hathaway, Helena Bonham Carter e Crispin Glover.  Burton mescola sapientemente tecnologie visive e di fotografia tra live action e motion capture, conquistando il botteghino e vincedo due Oscar, uno per la Migliore scenografia e l’altro per i Migliori costumi.

1. Il controllo dei genitori

La MPAA – Motion Picture Association of America ha imposto il controllo dei genitori (Parental Guidance) per la visione di questo film da parte del pubblico più giovane, a causa della presenza di «inquietanti immagini e situazioni fantastiche di azione e violenza, e per di più un bruco che fuma».

2. Johnny Depp e il ruolo del Cappellaio Matto

Johnny Depp ha ottenuto la parte dell'istrionico Cappellaio Matto sin da subito. La peculiarità di questo ruolo risiede nel fatto che Depp non sia stato presente fisicamente sul luogo delle riprese, motivo per cui all'inizio si era sparsa la voce secondo la quale non sarebbe stato inserito nel cast, ma si sia prestato ad una realizzazione a parte del personaggio, totalmente in 3D.

3. I luoghi delle riprese

Le riprese erano, inizialmente, state fissate a maggio, ma sono poi state posticipate al 1° settembre 2008 a Plymouth, dove sono continuate sino al 14 ottobre. Per ricreare l'ambiente del romanzo, sono stati costruiti interi quartieri su stile e forma dell'età vittoriana. A metà settembre, la seconda unità di riprese si è spostata a Torpoint, dova ha filmato molte sequenze all'interno della "Anthony House". Gli ultimi scenari sono stati ripresi a Londra, in appositi teatri di posa. In contemporanea alle riprese dal vivo, ai primi di ottobre una parte del cast si è spostata ai Culver Studios (California) per iniziare a filmare le sequenze in grafica computerizzata, motion capture e tridimensionale e riprese live action aggiuntive.

4. L’album “Almost Alice”

Oltre alla colonna sonora di Danny Elfman, è uscito anche un album dal titolo "Almost Alice", composto da canzoni ispirate dal film, di cui fanno parte di questo numerosi brani eseguiti da vari artisti contemporanei e di alto livello discografico fra cui spiccano Robert Smith (The Cure) e Avril Lavigne. Al loro fianco si trovano anche i Tokio Hotel, Kerli, i Franz Ferdinand, Mark Hoppus (Blink-182, +44), Pete Wentz (Fall Out Boy), gli All Time Low, i Plain White T's, i The All-American Rejects e i Metro Station. L'unica traccia di questo album presente nel film è "Alice" di Avril Lavigne.

5. 17° film che ha incassato di più nella storia del cinema

Con un budget stimato di 200.000.000 dollari, in USA, nel primo fine settimana, “Alice in Wonderland” ha incassato 116.300.000 dollari, mentre in Italia, in soli quattro giorni, ha incassato ben 8.155.000€, di cui 1.400.000€ nel primo giorno di programmazione. Con un incasso di 1.025.467.110 dollari nel mondo, si piazza al diciassettesimo posto nella classifica dei film che hanno incassato di più nella storia del cinema.

6. Il videogioco

Il 23 luglio 2009, la Disney Interactive Studios annunciò, per il 2 marzo 2010, la pubblicazione in America di un videogioco basato sul film, per le consolle Nintendo Wii Nintendo DS e Windows PC, la cui colonna sonora è stata composta da Richard Jaques, una figura non nuova nel campo del componimento musicale per videogiochi. La versione dimostrativa per l'iPhone e l'iPod touch è stata diffusa nell'Apple store statunitense il 3 febbraio 2010.

7. Il riferimento a “Il mistero di Sleepy Hollow”

All'inizio (e in una delle locandine del film), quando Alice si ritrova catapultata nel Paese delle Meraviglie, si riconosce chiaramente sullo sfondo l'albero dei morti de “Il mistero di Sleepy Hollow”, di Tim Burton.

8. Il Cappellaio e Edward mani di forbice

Nel giardino della Regina Rossa si notano dei cespugli dalle svariate forme, omaggio ad un altro famoso film di Burton “Edward mani di forbice”. Inoltre, quando il Cappellaio/Depp nasconde la piccola Alice nella teiera e le taglia velocemente un vestito da farle indossare, lo fa con le stesse mosse di Edward.

9. La "deliranza" e Beetlejuice

La sgangherata "deliranza", eseguita dal Cappellaio matto, ricorda una scena di “Beetlejuice – Spiritello porcello” perché il movimento rotatorio della testa del Cappellaio è identico a quello compiuto da Beetlejuice quando si presenta.

10. Il sequel “Alice in Wonderland: Through the Looking Glass”

Il seguito di Alice in Wonderland, chiamato "Alice in Wonderland: Through the Looking Glass",arriverà in sala il 27 Maggio 2016, e comprenderà di nuovo nel cast Johnny Depp nei panni del Cappellaio Matto e Mia Wasikowska in quelli di Alice. Attenzione, perché in cabina di regia non ci sarà Burton ma James Bobin.