Kenneth Branagh, nel 2011, ha portato nelle sale “Thor”, personaggio della Marvel Comics a sua volta ispirato dall'omonimo dio della mitologia norrena. Il muscoloso Chris Hemsworth è nei panni del protagonista ma il cast d’eccezione è formato da attori del calibro di Tom Hiddleston, Natalie Portman, Anthony Hopkins, Rene Russo, Stellan Skarsgard, Clark Gregg, Idris Elba e Jaimie Alexander. Nel film Thor, dopo aver dimostrato la sua arroganza aprendo un nuovo conflitto con i Giganti di Ghiaccio, viene esiliato da Odino e spedito su Midgard. Mentre tenta di trovare un modo per tornare ad Asgard, Thor conosce Jane Foster e la sua squadra e cerca di fermare i piani di suo fratello Loki, impossessatosi del trono di Asgard. Fu un successo immediato, ma ci sono ancora 10 curiosità che non sapevate.

1. La battaglia tra i fratelli Hemsworth

La scelta finale del protagonista, da parte della produzione e del regista, era tra I due fratelli: Chris e  Liam. Chris, in un’intervista rilasciata a cavallo dell’uscita del film, disse che era una delle cose più strane che gli erano capitate in vita sua. I due sono arrivati insieme dall’Australia, cercando di affermarsi nel mondo dello spettacolo, ma mai avrebbero pensato che si sarebbe dovuti “battere” per lo stesso ruolo.

2. L’allenamento di Tom Hiddleston

Tom Hiddleston, per prepararsi al ruolo di Loki, ha seguito una dieta molto rigorosa, in modo da dare al personaggio un volto scavato, per farlo risultare più cattivo. Inoltre, ha dovuto addestrarsi con un personal trainer nell’arte marziale brasiliana della capoeira.

3. La passione di Kenneth Branagh

Kenneth Branagh è stato un fan di "Thor" fin dall'infanzia. Quando la Marvel Studios lo ha selezionato come regista, gli ha mandato la collezione completa della serie di fumetti dedicata al personaggio, come materiale di riferimento per il suo lavoro. La sua gioia è stata immensa.

4. Il cameo di Stan Lee

Stan Lee, co-creatore del personaggio, nel film interpreta il guidatore del camioncino che tenta di estrarre Mjolnir dal cratere usando delle catene.

5. No, non è stato Tony Stark

All'arrivo del Distruttore sulla terra uno degli agenti dello S.H.I.E.L.D. presente sul posto domanda al suo capo Phil Coulson se fosse opera di Tony Stark/Iron Man, l'agente Coulson risponde stizzito: "Non lo so, non mi dice mai niente".

6. La dieta e gli allenamenti di Chris Hemsworth

Per prepararsi al ruolo di Thor, Chris Hemsworth ha dovuto mettere su una massiccia quantità di peso e muscoli, allenandosi tutti i giorni in palestra per sei mesi  seguendo una dieta fatta di grandi quantità di pollo. Uova, panini, verdure, riso, bistecche e bevande proteiche.

7. Anthony Hopkins e il rapporto padre/figlio

Anthony Hopkins ha firmato per il ruolo di Odino, anche se non ha mail letto un fumetto di “Thor” in vita sua. Ciò che lo ha spinto ad accettare il ruolo, è stato soprattutto il concetto del rapporto tra padre e figlio.

8.  L’alter ego di Thor

Il dottor Donald Blake – nei fumetti l'alter ego umano di Thor – nel film è un ex di Jane Foster (Natalie Portman), di cui Thor assume l'identità.

9. La principale differenza tra fumetto e film

Ci sono molte differenze tra film e fumetto. La principale consiste nel fatto che nei fumetti gli Asgardiani hanno reali connotazioni divine e poteri magici come nella mitologia norrena, mentre nelle edizioni cinematografiche sono una super-razza aliena con una tecnologia che appare magica e solamente scambiati per numi e divinità nella storia passata della Terra.

10. La sala dei trofei di Odino

Nella sala dei trofei di Odino/Anthony Hopkins sono visibili diversi oggetti che il regista ha detto essere volutamente somiglianti ad artefatti presenti nei fumetti: l'Occhio di Warlock, il Guanto dell'Infinito di Thanos, la Fiamma Eterna, la Sfera di Agamotto, la Tavola della Vita e una spada Eterna