John Landis è il regista di questa esilarante commedia, del 1983, che non potete assolutamente non rivedere nel periodo delle feste. Data l'ambientazione natalizia della pellicola, “Una poltrona per due” è diventata ormai una consuetudine della programmazione della televisione italiana a Natale ma, al di là di tutto, fa parte di quei film che non ci stancheremmo mai di vedere. Ecco dieci curiosità da conoscere.

1. I protagonisti scelti all’inizio

I personaggi principali, inizialmente dovevano essere interpretati da Gene Wilder nel ruolo di Winthorpe e da Richard Pryor in quello di Valentine. A causa però dell'episodio dove riportò gravi ustioni, Pryor dovette rinunciare alla parte. A quel punto gli sceneggiatori, insieme al regista Landis, presero in considerazione Eddie Murphy. Lo stesso Murphy, successivamente, fece pressione affinché la parte di Winthorpe fosse assegnata a un altro attore, piuttosto che a Wilder, perché non voleva essere considerato il rimpiazzo di Pryor nell'ormai celebre duo Wilder-Pryor.

2. Il legame con “Il principe cerca moglie”

Nella commedia di John Landis “Il principe cerca moglie” del 1988, il personaggio interpretato da Eddie Murphy incontra Randolph e Mortimer Duke, ora costretti a vivere per le strade come barboni.

3. “See you next Wednesday”, il film mai realizzato

Nella camera da letto di Ophelia c'è la locandina di un film mai realizzato da Landis, dal titolo “See you next Wednesday”. Questo particolare ricorre in molte pellicole di John Landis: lo stesso film veniva trasmesso nel corso di Un lupo mannaro americano a Londra, un suo cartellone appare in "The Blues Brothers", e comparirà anche in "Thriller" (il videoclip di Michael Jackson), e in "Il principe cerca moglie".

4. Frank Oz e lo stesso personaggio di “The Blues Brothers”

Anche Frank Oz interpreta più o meno lo stesso personaggio che aveva interpretato in “The Blues Brothers”, e cioè il poliziotto che certifica gli effetti personali di Winthorpe.

5. Il numero ricorrente della foto segnaletica

Quando Winthorpe viene arrestato, il numero che riceve per la foto segnaletica (7474505B) è lo stesso che aveva Jake Blues, il personaggio interpretato da John Belushi in “The Blues Brothers”.

6. Il grande Bo Diddley

Bo Diddley interpreta la parte del proprietario del monte dei pegni, in cui Dan Aykroyd impegna il suo orologio in cambio di una pistola e dei soldi.

7. L’omaggio de “I Simpson”

Nell'episodio “Lunga sfiga alla regina” della serie animata “I Simpson”, Bart e Lisa, in preda al delirio da zuccheri, incontrano due nobiluomini che scommettono, così come Randolph e Mortimer, un dollaro sulla sorte dei ragazzi.

8. Il cameo di James Belushi

Nel film appare in cameo James Belushi, fratello di John che ha lavorò con Aykroyd e Landis (regista) nei “Blues Brothers”. Appare in canottiera (mi pare) durante la festa sul treno, quando quella con la valigia sequestra i protagonisti.

9. La scena finale

Nella scena finale alla borsa dove Winthorpe e Valentine vendono per far abbassare il prezzo delle azioni, si sente, oltre al doppiaggio italiano "venduto! venduto!" anche quello inglese, in particolare di Aykroyd, che dice "sold! sold!".

10. BAFTA, Golden Globe e Oscar

Il film è stato candidato a 2 Golden Globe (Miglior film commedia o musicale, Miglior attore in un film commedia o musicale ad Eddie Murphy), ha vinto due BAFTA (Miglior attore non protagonista a Denholm Elliott, Migliore attrice non protagonista a Jamie Lee Curtis) e ha ricevuto una nomination agli Oscar per la Migliore colonna sonora ad Elmer Bernstein.