È una storia di riscatto quella che si cela dietro il remake di Lilli e il vagabondo, classico Disney che tornerà a deliziare grandi e piccini a partire dal 12 novembre, data in cui andrà in onda sul piccolo schermo in concomitanza con il lancio di Disney +, prima piattaforma streaming del noto colosso del cinema di animazione. Monte, il protagonista del film conosciuto in Italia con il nome di Biagio, è un trovatello salvato dalla strada dalla Halo Animal Rescue e adottato da un addestratore cinofilo di Hollywood. La sua storia personale, dunque, si presta perfettamente a quella del vagabondo Biagio.

La storia di Monte, perfetto per il vagabondo Biagio

Nell’aprile 2018, il simil-terrier che interpreterà il ruolo del vagabondo Biagio fu salvato da un rifugio antiaereo del New Mexico per poi essere portato dai volontari della HALO Animal Rescue di Phoenix, in Arizona. Qualche tempo dopo fu adottato da Mark Forbes, addestratore vicino a Hollywood che ha preso parte alla realizzazione del live-action di Lilli e il vagabondo.

Il casting che ha aperto le porte di Hollywood a Monte

È stato Brigham Taylor, produttore del remake di Lilli e il vagabondo, a volere che il film non fosse realizzato in computer grafica, come accaduto invece per Il Re Leone. Da qui la decisione di utilizzare dei cani veri per le riprese. Allo scopo è stato indetto un vero e proprio casting necessario a scovare i protaognisti del film. Intervistato da People, Brigham ha dichiarato: “Nulla può sostituire la reazione che si ottiene quando si fissano gli occhi di un vero cane. Una volta che abbiamo iniziato a rivolgere la nostra attenzione al casting dei cani che sarebbero stati i protagonisti ci siamo detti: ‘Dobbiamo salvare quanti più cani possibile’”. Una vera e propria favola che si amalgama perfettamente alle atmosfere rievocate dal ritorno, questa volta sul piccolo schermo, del classico Disney.