14 CONDIVISIONI

Margin Call, Kevin Spacey e Demi Moore ci raccontano la crisi finanziaria del 2008

La pellicola racconta le 24 ore che hanno preceduto il fallimento della Lehmann Brothers e la conseguente crisi immobiliare che ha travolto gli USA, e il mondo intero, nel 2008.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Ciro Brandi
14 CONDIVISIONI
Kevin Spacey

Margin Call” è un film drammatico indipendente scritto e diretto da J.C. Chandor. Ha partecipato alla 61esima edizione del Festival Internazionale del Cinema di Berlino, guadagnandosi anche la nomination per l’Orso d’Oro. Il cast è da brividi: Kevin Spacey e Demi Moore sono accompagnati da Jeremy Irons, Paul Bettany, Zachary Quinti, Stanley Tucci e Simon Baker.

La pellicola racconta, con una sceneggiatura che evita la terminologia tecnica o ermetica del mondo dell’economia, le 24 ore che hanno preceduto il fallimento della Lehmann Brothers e la conseguente crisi immobiliare che ha travolto gli USA nel 2008. Il regista segue il punto di vista di ciascun impiegato, in ordine gerarchico crescente, rispetto a quello che accadde in quel terribile periodo che sconvolse le loro vite, ma non solo.

La celebre Lehman Brothers Holdings Inc. non è mai citata nel corso della pellicola, ma è ovvio che le sventure si riferiscano  alla società di servizi finanziari fondata nel 1850. La sua attività si concretizzava nell'investment banking, nell'equity e fixed-income sales, nelle ricerche di mercato e nel trading, nell'investment management, nel private equity e nel private banking. Era uno dei primari operatori del mercato dei titoli di stato statunitense. Il quartier generale mondiale della società si trova a New York, e le sedi secondarie locali a Londra e Tokyo, oltre a uffici situati in tutto il mondo.

Nel settembre 2008 la società ha annunciato l'intenzione di avvalersi del Chapter 11, cioè del Bankruptcy Code statunitense – procedura simile al concordato preventivo previsto dalla Legge Fallimentare italiana – annunciando debiti bancari per 613 miliardi di dollari, debiti obbligazionari per  155 miliardi di dollari e attività per un valore di 639 miliardi di dollari. E’ stata la più grande bancarotta nella storia degli Stati Uniti.

Il regista Chandor non si è lasciato sfuggire un’occasione così ghiotta, e siamo sicuri che con un cast di stelle, più una storia che coinvolge tutto il mondo lavorativo, soprattutto quello statunitense, riuscirà a far parlare di sé a partire dal 21 ottobre 2011, data di uscita della pellicola nelle sale americane.

14 CONDIVISIONI
Demi Moore e Ashton Kutcher si rivedono dopo la crisi: video
Demi Moore e Ashton Kutcher si rivedono dopo la crisi: video
La trasformazione di Demi Moore: le foto shock del dopo Ashton
La trasformazione di Demi Moore: le foto shock del dopo Ashton
Demi Moore troppo magra, ma con l'anello di fidanzamento di Ashton
Demi Moore troppo magra, ma con l'anello di fidanzamento di Ashton
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views