Martin Scorsese è uno tra i tanti nomi noti che, alla fine, ha ceduto alle lusinghe della Apple. In un periodo così incerto per il cinema, che dopo la pandemia cerca di ingranare tentando pian piano di ritornare alla normalità di soli sei mesi fa, l'accordo che il noto regista ha siglato con la piattaforma streaming del noto colosso è davvero un gesto significativo. Le trattative sarebbero in corso da diversi mesi, almeno da quando Apple Plus si era accaparrata la produzione del prossimo film del cineasta, ovvero Killers of the Flower MoonCome c'era da aspettarselo l'accordo, ovviamente, è a dir poco milionario.

La scelta di Martin Scorsese

Nonostante i suoi 77 anni, Martin Scorsese ha dimostrato di saper guardare molto oltre il presente e ha perciò deciso di abbracciare ciò che di questi tempi va per la maggiore: il settore delle produzioni streaming è in netta crescita e, ormai, si stanno sempre più appianando le differenze e i pregiudizi con le produzioni di stampo cinematografico. E quindi, il regista, dopo qualche reticenza iniziale, ha firmato un contratto che prevede un budget di 200 milioni di dollari. Ovviamente da questo patrimonio verranno ricavati non solo progetti per il cinema e quindi da distribuire in sala, probabilmente grazie al supporto della Paramount a cui prima era legato Scorsese, ma si lavorerà anche a prodotti pensati appositamente per lo streaming. Per questo motivo quello di Scorsese è senza ombra di dubbio un passo decisivo, di quelli che spingono a ragionare su quale possa essere il futuro tanto del cinema quanto delle piattaforme come Netflix e Amazon Prime Video, che in pochi anni sono riuscite a fagocitare l'industria dell'intrattenimento.

Anche Leonardo DiCaprio ha firmato con Apple

Però, c'è da dire, che Scorsese non è certo il solo ad aver accettato la proposta della Apple. Suo prediletto, nonché attore e fondatore di una casa di produzione (la Appian Way), Leonardo DiCaprio ha accettato un contratto molto simile con la piattaforma che prevede la collaborazione tra Apple Plus e la società del noto divo di Hollywood, produttrice tra gli altri di molti dei suoi film più conosciuti. Le promesse e le offerte di queste piattaforme stanno facendo gola a molti personaggi celebri nel mondo del cinema che, almeno, vedono un futuro più florido in un settore che, al momento, sembra essere il più redditizio dal punto di vista dell'intrattenimento.