Addio ad Armelia McQueen: l'attrice americana nota per "Ghost" si è spenta il 3 ottobre all'età di 68 anni. Le cause della morte non sono state precisate a livello pubblico e l'annuncio della sua scomparsa è arrivata dall'amica Dorian Hannaway su Facebook: "Ora sei davvero un angelo. La mia cara amica Armelia è trapassata. Ci lascia un adorabile ricordo perché era una delle più grandi amiche che si possa mai avere. L'unica cosa più grande della sua bella anima era il suo straordinario talento. Ci ha regalato tanta gioia sul palco di Broadway così come nei suoi ruoli cinematografici e televisivi".

Era la sorella di Whoopi Goldberg in Ghost

La McQueen interpretò il ruolo di Clara Brown in "Ghost", pellicola di culto e dal successo immenso diretta nel 1990 da Jerry Zucker, con un indimenticato Patrick Swayze e Demi Moore. Era la sorella della co-protagonista Oda Mae Brown, il personaggio per cui Whoopi Goldberg vinse l'Oscar come miglior attrice non protagonista.

La carriera di Armelia McQueen

Nata il 6 gennaio 1952 nel North Carolina, Armelia McQueen studiò fashion design e quindi recitazione. La sua carriera si è svolta soprattutto sulle assi dei palcoscenici teatrali, dove ha raggiunto la popolarità con "Ain't Misbehavin'", musical che rende omaggio alla black music e alla scena della Harlem Renaissance degli anni '20-'30. Al cinema, oltre all'apparizione in "Ghost", l'attrice statunitense ha recitato in una manciata di film, tra cui "Bulworth – Il senatore" e "Life" e in diverse serie tv. Ha ricoperto piccoli ruoli in "Santa Barbara", "Avvocati a Los Angeles", "Willy, il principe di Bel Air", "JAG – Avvocati in divisa" e "Brooklyn Nine-Nine". Ha interpretato Shula Whitaker in "Hart of Dixie" con Rachel Bilson e la Regina Rossa in "Adventures in Wonderland", rivisitazione di "Alice nel Paese delle Meraviglie" degli anni '90.