L'Italia piange Ilaria Occhini, la signora del cinema, della tv e del teatro che si è spenta sabato 20 luglio all'età di 85 anni. Non è che l'ennesimo lutto in una settimana terribile per la cultura italiana, che si è vista portare via anche Andrea Camilleri, Luciano De Crescenzo e Mattia Torre. Diffuso il cordoglio nel mondo dello spettacolo, vicino alla famiglia della Occhini: il marito Raffaele La Capria e la figlia Alexandria. Quella tra l'attrice e lo scrittore napoletano è stata una delle storie d'amore più belle nel frivolo mondo delle celebrità, durata ben 58 anni. I funerali della Occhini si terranno nella Chiesa degli Artisti di piazza del Popolo a Roma martedì 23 alle 18, mentre la camera ardente è allestita presso il Teatro Argentina.

La reazione di Raffaele La Capria

Al Corriere della sera, Alexandria La Capria ha spiegato che il padre Raffaele "Ora non vuole vederla, preferisce ricordarla viva". La perdita dell'amata Ilaria Occhini è stata un duro colpo per lo scrittore, classe 1922: "Ricordo queste ultime settimane con grande tenerezza, con le carezze infinite che mio padre dava a mia madre. Le ripeteva che era l’amore della sua vita, che era bellissima". La Occhini era malata da due anni e costretta a letto da molto tempo: l'attrice di "Mine vaganti" e "Provaci ancora prof" si è spenta a causa di un'emorragia.

Con l’aggravarsi della malattia queste conversazioni non sono più state possibili e a mio padre sono mancate molto. Ma piuttosto che accettare la malattia, preferiva rimuoverla e credere che mamma ce l’avesse con lui.

Il matrimonio con lo scrittore

La Capria è uno degli scrittori più importanti della letteratura italiana del ‘900 e nel 1961 vinse il Premio Strega per il romanzo "Ferito a morte", mentre nel 2005 ha conquistato il Premio Viareggio per per la raccolta "L'estro quotidiano". È stato anche autore di radiodrammi Rai e co-sceneggiatore di film come "Le mani sulla città" e "Uomini contro" di Francesco Rosi e "Ferdinando e Carolina" di Lina Wertmüller. Lui e la Occhini si sono sposati nel lontano 1966 e non si sono mai lasciati, nonostante lui amasse restare a Roma e lei prediligesse la campagna di Arezzo, dove aveva ripristinato l'azienda agricola di famiglia risalente al ‘500. Di lei, La Capria amava la sua indipendenza, né provò mai a distoglierla dal suo amore per il teatro. "Lei possiede quella rara cosa che è l’intelligenza del cuore", disse lo scrittore della moglie, che raccontò la loro storia d'amore nel libro autobiografico "La bellezza quotidiana". Proprio dalla frase del marito, ha preso il titolo "L’intelligenza del cuore", recente documentario diretto da Mauro Conciatori dedicato alla grande attrice.

Chi è Alexandria La Capria, ex di Francesco Venditti

Alexandria La Capria ha seguito le orme della sua famiglia e lavora come sceneggiatrice e attrice. Tra le altre cose, è apparsa nelle miniserie "Una storia italiana" e "Una donna per amico" e nel film "Metalmeccanico e parrucchiera in un turbine di sesso e politica" di Lina Wertmüller. Inoltre, è stata sposata con l'attore e doppiatore Francesco Venditti, figlio di Antonello Venditti e Simona Izzo, dal quale ha avuto i figli Tommaso e Alice. È stata diretta anche dalla ex suocera Simona Izzo, in "Camere da letto" e con lei ha sceneggiato il suo film "Tutte le donne della mia vita".