Addio a Julie Adams, attrice americana nota soprattutto per il ruolo da protagonista in uno degli horror di culto per eccellenza, il film del 1954 "Il mostro della laguna nera". La star, che  girò diversi western e lavorò molto anche in televisione, ci ha lasciati a 92 anni. Secondo il suo sito ufficiale, è morta il 3 febbraio a Los Angeles.

La carriera di Julie Adams

Una carriera leggendaria quella della Adams, apparsa in circa 150 titoli tra grande e piccolo schermo. Nata Betty May Adams in Iowa, prese lezioni di recitazione mentre lavorava come segretaria e iniziò a recitare a fine anni 40. Tra i suoi film ricordiamo "Là dove scende il fiume" con James Stewart, "L'avventuriero della Louisiana", "Il traditore di Fort Alamo", "Gli sciacalli", "La guerra privata del maggiore Benson", "È una sporca faccenda, tenente Parker!" con John Wayne e il più recente "World Trade Center" di Oliver Stone; tra le ultime apparizioni, si segnala "Carnage" di Roman Polanski, solo come voce. Molto prolifica la carriera in televisione, con decine di serie tv tra cui "Alfred Hitchcock presenta", "Perry Mason", "La grande vallata", "Le strade di San Francisco, "L'incredibile Hulk", "Quincy", "La signora in giallo" (nel ruolo di Eve Simpson), "Beverly Hills, 90210″,  "Lost", "Cold Case – Delitti irrisolti", "CSI: NY". Dal 1955 al 1981 fu sposata con l'attore-regista Ray Danton.

L'omaggio commosso di Guillermo Del Toro

Il suo nome resterà sempre legato a quello della Kay Lawrence di "Il mostro della laguna nera", B-Movie diretto da Jack Arnold che negli anni è diventato un vero e proprio cult, citato innumerevoli volte nella storia del cinema. L'esempio più lampante? Il gioiellino "La forma dell'acqua", premiato con l'Oscar e vincitore del Leone d'Oro. Non a caso, il suo regista Guillermo del Toro ha reso omaggio all'attrice, scrivendo: "Piango Julie Adams che ci ha lasciati. Provo dolore nel profondo di me stesso, là dove nuotano i mostri ".