Il mondo della commedia italiana e del cinema in generale è in lutto: all'età di 67 anni, è morto Carlo Vanzina, regista re della comicità degli ultimi 40 anni e dei cinepanettoni. Una scomparsa dolorosa e inattesa per il pubblico, sebbene il cineasta stesse lottando con una grave malattia. Inevitabilmente, nelle primissime ore successive alla notizia, i social sono stati inondati da ricordi e omaggi, non solo da parte degli spettatori, ma anche di colleghi e amici del mondo dello spettacolo. Da Massimo Boldi e Carlo Verdone, da Enzo Salvi a Alessandro Gassmann, sono tantissimi i messaggi di cordoglio.

L'abbraccio di Verdone, Boldi, Calà, Greggio e De Laurentiis

"Ho saputo da poco che ci ha lasciato Carlo Vanzina", scrive sui social Carlo Verdone, "Mio caro amico, persona squisita, persona perbene, ha lottato per mesi come un leone. Sono veramente triste. Abbraccio Lisa , la moglie, e le sue figlie. E il fratello Enrico con tutto l' amore che ho. Buon viaggio Carletto mio adorato". Massimo Boldi, diretto da Vanzina in tantissimi film, lo ha ricordato con un video commosso: "Insieme abbiamo creato qualcosa di straordinario". "Senza parole", scrive Jerry Calà, mentre Aurelio De Laurentiis, produttore di tanti suoi film, lo ha omaggiato così: "Caro Carlo, abbiamo condiviso insieme moltissime stagioni della nostra vita da ragazzi e da uomini. Negli ultimi 35 anni ci siamo sbellicati dalle risate a prendere in giro questo Paese straordinario. Qualcuno non lo ha capito. Ma moltissimi sì. l tuo garbo da un lato e la tua conoscenza professionale dall’altro ti hanno permesso di entrare con merito nella storia del nostro cinema. Ciao Carlo, ti abbraccio intensamente, ti ringrazio e non ti dimenticherò". "Non me lo dovevi fare!", twitta Ezio Greggio, "Te ne sei andato.Ti devo molto: mi hai voluto in Yuppies un film che è passato alla storia nella commedia all’italiana. E Selvaggi, Anni 50, Anni 60, Un Maresciallo in Gondola. E tanti altri film. Un abbraccio a Enrico, Lisa e alla tua famiglia".

Il ricordo di Enzo Salvi, Gabriele Muccino e Serena Rossi

Enzo Salvi, altro volto simbolo dei Cinepanettoni, scrive: "Con te ho conosciuto il cinema con questo film di grande successo. Mi unisco a questo immenso e ingiusto dolore. Non esistono parole per poter colmare un vuoto così grande Sentite Condoglianze alla famiglia al Fratello Enrico per la prematura scomparsa del MAESTRO CARLO VANZINA". Gabriele Muccino: "Grande, grande tristezza e sgomento per la perdita di Carlo Vanzina. Un tuffo al cuore alla notizia tanto inaspettata. Condoglianze sentite alla famiglia tutta. A Enrico Vanzina per il dolore profondo che starà attraversando". Serena Rossi, che ha recitato con lui nell'ultimo film Caccia al tesoro: "Che dolore. Storia del cinema italiano e Signore dal cuore grande. Un onore essere stata diretta nel suo ultimo film".

Le reazioni del mondo dello spettacolo e della politica

"Gentile, umile, conoscitore del cinema come pochissimi. Se ne va un vero gentiluomo. Ciao Carlo, ciao amico mio, ci mancherai moltissimo", scrive l'attore, regista e ex naufrago dell'Isola dei Famosi Giulio Base. Alessandro Gassmann lo definisce "un signore del cinema", mentre è intenso il ricordo di Lorenzo Flaherty, che recitò con lui: "Carlo Vanzina, amato da milioni di spettatori ai quali, con i tuoi film, hai regalato tanta allegria. Nel film Barzellette l’esperienza è stata breve ma intensa, ho riconosciuto subito in te un grande esempio di professionalità e signorilità. RIP". "Che notizia triste tristissima", commenta il direttore di Ciak Piera Detassis: "Dare l'addio a Carlo Vanzina mi sembra un gesto impossibile. E incredibile non incontrare più la sua cortesia, la sua cultura. Sono triste. Molto". "Ti sia lieve la terra", scrive Ferzan Ozpetek, mentre il produttore e dirigente sportivo Massimo Ferrero aggiunge: "Ciao Carlo Vanzina. Un abbraccio a Lisa ed a Enrico e il ricordo commosso della tua arte, dell’Italia che lavora e che sorride, del cinema per le famiglie, dei grandi attori che ti devono tanto, forse tutto". Il ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli ha twittato: «La notizia della scomparsa di Carlo Vanzina mi addolora. Il cinema italiano perde un grande regista, capace di cogliere al meglio gli aspetti tipici della commedia all’italiana. Le sue pellicole hanno caratterizzato un’epoca. Le mie sincere condoglianze a familiari e amici". Al Corriere della Sera, Walter Veltroni ha dichiarato: "Era un uomo elegante e gentile, doti che in questo mondo volgare sono ormai in disuso. Sapevo da tempo che Carlo stava male. Ci siamo sentiti per messaggio recentemente, ma sapevamo che purtroppo non c’erano molte speranze".