Addio all'attore Jessie Lawrence Ferguson, noto per il ruolo del poliziotto Coffey nel film "Boyz n the Hood – Strade violente" (1991) di John Singleton. L'attore americano è morto a 76 anni per cause naturali. La notizia è stata data dal figlio Jace, che ha trovato il suo corpo senza vita nella sua casa di Palmdale, in California.

La carriera di Jessie Lawrence Ferguson

Nato a  New York, nel Bronx, ma trasferitosi a Chicago da ragazzino, Ferguson è apparso in 35 titoli tra film e serie tv. Al cinema, oltre al film di Singleton candidato all'Oscar, ha recitato in "Il campo di cipolle", "All Night Long", "Il signore del male", "Darkman", "Le avventure di Buckaroo Banzai nella quarta dimensione", "Proteggere e servire". Tra le sue apparizioni televisive, si ricordano "Starsky & Hutch" (che segnò il suo esordio), "Hill Street giorno e notte", "Mai dire sì", "A-Team", "Santa Barbara", "A cuore aperto", "Star Trek: The Next Generation", "La bella e la bestia".

Il regista John Singleton è in coma

La morte di Jessie Lawrence Ferguson arriva a pochi giorni dalla notizia che proprio il regista di "Boyz n the Hood", John Singleton, è stato colpito da un ictus. Gli ultimi aggiornamenti sul cineasta afroamericano (dietro anche la macchina da presa in "2 Fast 2 Furious" e "Shaft"), purtroppo, sono tutt'altro che positivi. Le condizioni sono peggiori di quanto apparse all'inizio e Singleton risulterebbe in coma, stando a quanto fatto sapere dalla madre Sheila Ward. Sembra tuttavia che in famiglia sia in corso una faida, dal momento che la figlia 19enne del regista, Cleopatra Singleton, abbia ridimensionato la portata delle sue condizioni (sostenendo che sia semplicemente in ospedale sotto sedativi) e ha accusato la nonna di voler prendere il controllo dei suoi affari.