16 CONDIVISIONI

Nelle sale “Unfriended: Dark Web”, il sequel sul lato oscuro della rete prodotto da Jason Blum

In questo sequel, Matias (Colin Woodell) trova un laptop dimenticato da qualcuno e lo porta a casa. Una volta lì, inizia una video chat con i suoi amici rivelandogli di aver trovato una cartella con strani file che conducono al dark web, con torture fatte da un maniaco. Dapprima curiosi, i ragazzi si accorgeranno che il serial killer li controlla dal pc e che le loro vite sono in serio pericolo. Al cinema dal 16 maggio.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Ciro Brandi
16 CONDIVISIONI
Immagine

Sta per arrivare nelle sale l’atteso “Unfriended: Dark Web", sequel di “Unfriended”, inaspettato successo horror del 2014 che, partendo da un budget di 1 milione di dollari riuscì ad incassarne più di 64 globalmente. Il secondo capitolo è diretto da Stephen Susco ed è statp presentati in anteprima al South by Southwest. Prodotto dalla Blumhouse del re Mida Jason Blum, il film racconta la storia di Matias (Colin Woodell) un ragazzo che trova un laptop dimenticato nel posto in cui lavora e se ne impossessa. Una volta a casa, inizia una video chat con i suoi amici rivelandogli di aver  trovato una cartella con strani file che conducono al dark web, in cui vengono mostrate le torture fatte da un maniaco. Dapprima curiosi, i ragazzi si accorgeranno che quel folle serial killer li controlla dal pc e, da quel momento, le loro vite saranno in serio pericolo.

Kevin Stewart si è occupato della direzione della fotografia del film invece le musiche sono opera di Sam Gray. Adam Polanger e Cassandra Jensen sono, rispettivamente, lo scenografo e la costumista della pellicola mentre Clifton Stokes ha creato gli effetti speciali. Con Colin Woodell, nel cast ci sono anche Betty Garbriel, Rebecca Rittenhouse e Andrew Lees. “Unfriended: Dark Web” sarà distribuito in Italia da Universal Pictures a partire dal 16 maggio.

La trama

Matias è un ragazzo che lavora in un cyber café e un giorno trova, tra gli oggetti smarriti, un laptop che apparentemente non appartiene a nessuno e, così, decide di portalo con sé. Una volta a casa, avvia una videochat di gruppo con i suoi amici più cari dopo aver scoperto che da quel pc si può accedere al Dark Web ma trova anche decine e decine di film con foto di omicidi e video di torture. Da quel momento, i ragazzi si renderanno conto che il serial killer li tiene d’occhio tramite il computer e la loro stessa vita sarà in grave pericolo.

Il cast

Colin Woodell (Matias O'Brein) è diventato noto grazie ai ruoli di Ethan in “Devious Miads – Panni sporchi a Beverly Hills” e per quello di Aiden in “The Originals”. Ultimamente, lo abbiamo visto nel ruolo di Rick nella serie tv “The Purge”, basata sul franchise cinematografico “La notte del giudizio”, ideato da James DeMonaco e iniziato nel 2013. Gli altri giovani attori che formano il cast sono: Betty Gabriel (Nari), Rebecca Rittenhouse (Serena), Andrew Lees (Damon), Connor Del Rio (AJ), Stephanie Nogueras (Amaya), Savira Windyani (Dj Lexx) e Chelsea Alden (Kelly).

Le curiosità sul film che dovete sapere

1. Il film rende omaggio alla pellicola “The Den”, del 2013, diretta da Zachary Donohue, incentrata proprio sulla storia di un gruppi di ragazzi che s’imbatte in un killer che rivela in Internet le sue malefatte.

2. Inizialmente, la pellicola doveva intitolarsi “Unfriended: Game Night” ma la produzione cambiò idea dopo l’uscita della commedia con Jason Bateman “Game Night – Indovina chi muore stasera?” (2018).

3. L’attrice Stephanie Nogueras, proprio come il suo personaggio Amaya DeSoto, anche nella vita reale è sorda.

16 CONDIVISIONI
CineMust: i film da non perdere in uscita dal 16 maggio
CineMust: i film da non perdere in uscita dal 16 maggio
Il sequel horror “Ancora auguri per la tua morte” sbarca nelle nostre sale dal 28 febbraio
Il sequel horror “Ancora auguri per la tua morte” sbarca nelle nostre sale dal 28 febbraio
Nelle sale “Grandi bugie tra amici”, l’atteso sequel firmato da Guillaume Canet
Nelle sale “Grandi bugie tra amici”, l’atteso sequel firmato da Guillaume Canet
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni