15 Maggio 2017
19:56

Paolo Sorrentino “travestito” da fotografo per vedere Roma-Juventus a bordo campo

A pochi giorni dalla partenza per Cannes 2017, dove sarà in giuria, il regista premio Oscar è stato “beccato” a bordo campo all’Olimpico, vestito come uno dei fotografi.
A cura di Valeria Morini

Ieri sera allo stadio Olimpico, a seguire a bordo campo la partita di calcio Roma-Juventus, c'era un fotografo molto speciale. Mescolato tra gli altri fotoreporter, con tanto di cappello, pettorina e accredito, era infatti presente nientemeno che il regista Paolo Sorrentino. Il cineasta de "La Grande Bellezza" ha pensato bene di "camuffarsi" per assistere indisturbato e da una posizione speciale al match, finito con la vittoria della Roma per 3 a 1. La sua presenza però non è passata inosservata e l'immagine del regista premio Oscar – appassionato di calcio e tifosissimo del Napoli – è già virale.

Paolo Sorrentino in giuria al Festival di Cannes 2017

Per l'artista, la gita calcistica è stata una pausa prima dell'impegno che lo attende nei prossimi giorni. Sorrentino sarà infatti uno dei giurati al 70esimo Festival di Cannes, alla Croisette dal 17 al 28 maggio. Insieme a lui e al presidente di giuria Pedro Almodovar, a giudicare i film in concorso saranno anche il divo di Hollywood  Will Smith, la regista e attrice francese Agnès Jaoui, il cinese Fan Bingbing, la regista tedesca Maren Ade, l'attrice americana Jessica Chastain, il coreano Park Chan-Wook e il compositore Gabriel Yared. Monica Bellucci sarà per la seconda volta la madrina ufficiale della kermesse.

Toni Servillo sarà Berlusconi in Loro di Paolo Sorrentino, la conferma da attore e regista
Toni Servillo sarà Berlusconi in Loro di Paolo Sorrentino, la conferma da attore e regista
Stefano Sollima e Paolo Sorrentino al lavoro su una serie Tv sulla vita di Enzo Ferrari
Stefano Sollima e Paolo Sorrentino al lavoro su una serie Tv sulla vita di Enzo Ferrari
Paolo Sorrentino in Rai per l'omaggio a Mattia Torre con
Paolo Sorrentino in Rai per l'omaggio a Mattia Torre con "Cinque pezzi facili"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni