18 Giugno 2017
22:19

“Parliamo delle mie donne”: il film di Claude Lelouch con Johnny Hallyday

Il doppio premio Oscar Claude Lelouch dirige Johnny Hallyday nei panni di un fotografo di guerra che ha trascurato, per il suo lavoro, le sue 4 figlie, avute da donne diverse e che hanno il nome delle stagioni. Per cercare di recuperare il rapporto con loro, l’uomo, aiutato da un suo amico, ricorrerà ad una messinscena che sconvolgerà la vita di tutti.
A cura di Ciro Brandi

Il doppio premio Oscar Claude Lelouch, finalmente, porta nelle nostre sale “Parliamo delle mie donne”(“Salaud, on t'aime”). Il protagonista è la rockstar Johnny Hallyday, nei panni di un fotografo di guerra che ha trascurato, per il suo lavoro, le sue 4 figlie, avute da donne diverse e che hanno il nome delle stagioni. Per cercare di recuperare il rapporto con loro, l’uomo, aiutato da un suo amico, ricorrerà ad una messinscena che sconvolgerà la vita di tutti. Lelouch, da grande perfezionista, ha curato anche la sceneggiatura e la fotografia di questa pellicola in cui parla di famiglia, perdono e amicizia dando la sua inconfondibile impronta raffinata, chiara e sempre di grande impatto. “Parliamo delle mie donne” sarà nelle nostre sale, distribuito da Altre Storie, a partire dal prossimo 22 giugno.

La trama

Jacques Kaminsky, fotografo di guerra di fama internazionale e padre assente, trascorre più tempo a prendersi cura della sua fotocamera che delle sue quattro figlie Primavera, Estate, Autunno e Inverno. Trasferitosi da Parigi a Praz-sur-Arly, un paesino ai piedi del Monte Bianco, vuole trascorrere un felice riposo dal lavoro in una splendida baita nelle Alpi con la sua nuova compagna Nathalie. Jacques, però, sente di essere arrivato a un momento dove, per essere realmente appagato, ha bisogno di riconciliarsi con la sua famiglia e le sue quattro figlie, avute da donne differenti. Compito arduo, perché lui ha sempre preferito il lavoro agli affetti familiari. Così, il suo migliore amico Frédéric, spinto da una profonda e irrazionale amicizia, tenterà di farlo riconciliare con la famiglia attraverso una messinscena. Un'oscura menzogna che sconvolgerà la sua vita e quella delle persone intorno a lui, in quei giorni di apparente e festosa tranquillità.

Il cast

Gli attori che formano il cast sono: Johnny Hallyday (Jacques Kaminsky), Sandrine Bonnaire (Nathalie Béranger), Eddy Mitchell (Frédéric Selman), Irène Jacob (Primavera Kaminsky), Pauline Lefèvre (Estate Kaminsky), Sarah Kazemy (Autunno Kaminsky), Jenna Thiam (Inverno Kaminsky), Valérie Kaprisky (Francia), Isabelle de Hertogh (Isabelle), Rufus (Le Ruf), Agnès Soral (Bianca Kaminsky), Silvia Kahn (Marie Selman), Antoine Duléry (Il nuovo proprietario), Jean-François Dérec (Il commissario), Jacky Ido (Jacky), Gilles Lemaire (Il fotografo di moda), Laurent Couson (Il pianista), Jérôme Cachon (Joseph Picard), Astrid Whettnall (Astrid), Marie Micla (Mamma di Estate), Stella Lelouch (Jeanne) e Victor Meutelet (Antoine).

Le curiosità sul film che dovete sapere

1. Il film è ambientato a Parigi, a Beaune nel dipartimento della Côte-d'Or, in Borgogna, a Megève, SaintGervais-les-Bains, Combloux e Saint-Nicolas-la-Chapelle, piccoli paesi montani nel dipartimento dell'Alta Savoia della regione del Rodano-Alpi.

2. “Parliamo delle mie donne” è il 44° film di Claude Lelouch.

3. Lelouch ha dichiarato che Johnny Hallyday non era stato la prima scelta per il ruolo del protagonista, ma aveva talmente il “physique” del fotografo di guerra e la faccia giusta da far sembrare che il ruolo fosse stato scritto apposta per lui.

Johnny Hallyday conferma di avere un cancro:
Johnny Hallyday conferma di avere un cancro: "Non sono in pericolo, ci vediamo sui palchi"
Johnny Depp dopo il processo interpreterà Re Luigi XV:
Johnny Depp dopo il processo interpreterà Re Luigi XV: "Il film La Favorite in streaming su Netflix"
Mario Serpa:
Mario Serpa: "Dopo Uomini e Donne il mio sentimento per Claudio è cresciuto, il suo no"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni