Dopo “Séraphine”(2008) e “Violette”(2013), il regista Martin Provost è tornato in cabina di regia per girare un film emozionante e divertente allo stesso tempo. Il titolo è “Quello che so di lei”(“Sage Femme”) e le protagoniste femminili sono la divina Catherine Deneuve e la straordinaria Catherine Frot. Provost ha voluto la Frot per il ruolo di Claire, un’ostetrica che, dopo 30 anni, ritroverà Béatrice/Catherine Deneuve, amante di suo padre, scomparsa nel nulla. Le due donne, totalmente agli antipodi, ricominceranno ad aprirsi e ad accettarsi, recuperando il tempo perso e dando un senso alla propria esistenza. Provost ha scritto anche la sceneggiatura e, accanto alle due bravissime attrici, ha voluto Olivier Gourmet, Pauline Etienne e Audrey Dana. Per ridere e commuovervi al cinema con “Quello che so di lei”, dovrete aspettare solo fino al 1° giugno, data in cui sbarcherà nei nostri cinema.

La trama

Claire è un'ostetrica meravigliosamente dotata, con un talento naturale nel mettere al mondo i neonati con gesti dolcissimi. Ma nel corso degli anni, i suoi modi delicati, il suo senso di orgoglio e di responsabilità sono entrati in conflitto con i metodi più improntati all'efficienza delle moderne strutture ospedaliere. Più vicina alla fine della sua carriera che all'inizio, Claire comincia a mettere in discussione il suo ruolo e la sua professione. Un giorno riceve una strana telefonata. Una voce riemerge dal passato: Béatrice, la stravagante e frivola amante del suo compianto padre, ha notizie importanti e urgenti da darle e vuole rivederla, trent'anni dopo essere scomparsa nel nulla all'improvviso. Agli antipodi in tutti i sensi, la super-coscienziosa Claire – che rasenta l'inibizione – e lo spirito libero, amante della vita Béatrice, impareranno ad accettarsi l'un l'altra e, rivelandosi reciprocamente antichi segreti, inizieranno a recuperare gli anni perduti.

Il cast

Gli attori che formano il cast sono: Catherine Frot (Claire), Catherine Deneuve (Béatrice), Olivier Gourmet (Paul), Quentin Dolmaire (Simon), Mylène Demongeot (Rolande), Pauline Etienne (Cécile) e Audrey Dana (Direttrice ospedale).

Le curiosità sul film che dovete sapere

1. Provost ha girato il film perchè lui stesso è stato salvato alla nascita da un'ostetrica. La donna gli ha donato il suo sangue permettendogli di sopravvivere. In seguito, l’ha cercata, ma invano, quindi il film è interamente dedicato a lei.

2. Il regista ha scritto la sceneggiatura pensando prettamente a Catherine Frot e Catherine Deneuve. Non voleva assolutamente altre attrici come protagoniste della sua pellicola.

3. Nel film ci sono scene di parto vere. Catherine Frot, all’inizio, era un po’ preoccupata, poi ha avuto la possibilità di assistere a dei parti, prima delle riprese e ha seguito delle lezioni con un’ex ostetrica facendo pratica con dei manichini. Alla fine, è andato tutto alla grande.