Rose McGowan si è espressa proprio in queste ore sul caso mediatico del giorno: le presunte molestie di Asia Argento nei confronti dell’attore Jimmy Bennett. L’attrice, legata alla collega dalla lotta ad Harvey Weinstein dal quale hanno raccontato di essere state entrambe violentate, ha pubblicato due tweet attraverso i quali invita gli utenti a non massacrare la Argento. Si dice certa che presto uscirà fuori molto altro:

Ho avuto modo di conoscere Asia Argento dieci mesi fa. Ad accomunarci è il dolore di essere state entrambe aggredite da Harvey Weinstein. Il mio cuore è spezzato. Continuerò il mio lavoro per aiutare le vittime in ogni circostanza. Nessuno di noi conosce la verità rispetto a questa situazione e sono sicuro che presto sarà rivelato altro. Siate gentili.

Le presunte molestie subite dall’attore

Risale a poche ore fa la vicenda che ha visto Asia Argento finire sulla prima pagina della stragrande maggioranza degli organi di stampa internazionali a causa delle presunte molestie a Jimmy Bennett, all’epoca minorenne. Il New York Times ha pubblicato alcuni documenti, considerati originali, che proverebbero il raggiungimento di un accordo economico con l’attore Jimmy Bennett. I due hanno lavorato insieme nel film “Ingannevole è il cuore più di ogni altra cosa”. I fatti risalirebbero al 2013, all’epoca in cui Bennett aveva 17 anni e la Argento 37. Secondo i documenti pubblicati dal New York Times, l’aggressione si sarebbe consumata il 9 maggio 2013 all’interno di una camera d’albergo di Marina Del Rey, in California. Bennett avrebbe raccontato, e poi denunciato, che la collega  lo avrebbe prima invitato a consumare alcolici per poi praticargli del sesso orale. Quell’incontro sarebbe culminato in un rapporto completo, documentato da una serie di foto che i due si sarebbero scattati mentre erano a letto. Successivamente, Bennett ha denunciato l’accaduto, per poi raggiungere con la Argento un accordo economico a titolo di risarcimento pari a circa 380 mila dollari.

Argento e McGowan unite nella lotta a Weinstein

Nessuna replica è arrivata a oggi da parte della Argento. La McGowan si è esposta perché considerata, al pari della collega, una delle voci più autorevoli del movimento MeToo. Le due attrici hanno raccontato pubblicamente di essere state sessualmente aggredite da Harvey Weinstein. Quei racconti hanno scoperchiato un vado di Pandora che ha finito per inchiodare alle proprie responsabilità alcuni tra i potenti del cinema mondiale.