Dopo il Golden Globe, Joaquin Phoenix ha trionfato anche ai Sag Awards 2020 come miglior attore protagonista per la sua straordinaria interpretazione in "Joker" di Todd Phillips. Vestito con lo stesso smoking indossato ai Globe per tenere fede alla sua lotta ambientalista (lo porterà anche agli Oscar), l'attore americano ha emozionato tutti con un discorso di ringraziamento in cui ha lodato gli altri interpreti candidati con lui e ha dedicato il premio a Heath Ledger, l'amico e collega morto nel 2008 che interpretò Joker prima di lui.

L'omaggio ai colleghi DiCaprio, Bale, Driver e Egerton

Il discorso di Phoenix si è rivolto prima agli attori nominati, a partire da un aneddoto: "C’erano sempre altri due ragazzi con cui mi scontravo ai provini e perdevo sempre contro uno. Nessuno diceva apertamente il suo nome ma ogni direttore del casting sussurrava “È Leonardo, è Leonardo…”. Il riferimento è ovviamente a Leonardo DiCaprio, candidato per "C'era una volta a… Hollywood": "Per me e per molte altre persona sei stato una vera e propria fonte di ispirazione per oltre 25 anni". A Christian Bale, in nomination per "Ford Vs Ferrari", ha rivolto un complimento scherzoso: "Vorrei che almeno una volta facessi schifo come attore!". Dolcissime anche le parole per Adam Driver, candidato per lo splendido "Storia di un matrimonio ("Sei in grado di regalarci queste performance meravigliose, incredibili, così profonde e ricche di sfumature. Il tuo modo di recitare mi ha sul serio commosso. Dovresti essere qui") e Taron Egerton, nominato per "Rocketman": ("Sono davvero felice per te. Sei stato così bravo in Rocketman e non vedo l’ora di vedere cos'altro sai fare").

La dedica a Heath Ledger

Infine, la chiusura del discorso è stata tutta per Heath Ledger, non solo perché ha interpretato il Joker ne "Il cavaliere oscuro" ma anche per l'amicizia che li legava: "In realtà se mi trovo qui è grazie a qualcuno a cui devo tutto. Il mio attore preferito: Heath Ledger". Anche quest'ultimo vinse il Sag per il ruolo del nemico di Batman ma purtroppo, come accadde per il Golden Globe e l'Oscar, il premio venne consegnato postumo alla sua famiglia. Ledger era infatti tragicamente scomparso un anno prima, il 22 gennaio 2008, per un'overdose di farmaci a soli 28 anni. Curiosamente, tra i premiati ai Sag Awards 2020 è salita sul palco anche Michelle Williams, per molti anni legata a Ledger e mamma di sua figlia Matilda Rose: ha vinto per la serie "Fosse/Verdon" e oggi aspetta un altro figlio da Thomas Kail.