L'incredibile successo internazionale di "Gomorra" ha fatto sì che per Stefano Sollima si aprissero finalmente le porte di Hollywood: il regista della fortunata serie tv tratta da Roberto Saviano (ma anche di "Romanzo criminale – La serie" e di due discussi cult cinematografici come "A.C.A.B." e "Suburra") dirigerà il suo primo film americano: si tratta di "Soldado", una grossa produzione con Benicio Del Toro e Josh Brolin, sequel di "Sicario". Lo ha anticipato il sito statunitense Deadline e lo conferma ora la "bibbia" dell'informazione cinematografica Imdb.com.

Il figlio di Sergio Sollima, compianto "re" di Sandokan e dei western all'italiana, si appresta così a seguire le orme di Gabriele Muccino, per giunta con una marcia in più rispetto al regista di "L'ultimo bacio" e "Alla ricerca della felicità": Sollima jr è infatti pienamente a suo agio nei meccanismi del cinema di genere e ha saputo rivoluzionare l'action e il gangster movie in Italia, con uno stile molto "americano". Da qui la scelta di Black Label Media e Lionsgate, produttore e distributore di "Soldado", che hanno deciso di puntare sull'autore romano.

Diretto da Denis Villeneuve e uscito nel 2015, "Sicario" raccontava la sporca guerra di Fbi e Cia contro i cartelli della droga messicani, con Benicio Del Toro e Josh Brolin nei panni di due agenti senza troppi scrupoli. Il seguito, di cui inizieranno le riprese in autunno, si concentrerà su questi due antieroi, mentre non comparirà più il personaggio che nel primo film era interpretato da Emily Blunt, occupata con il sequel di "Mary Poppins".

Stefano Sollima resuscita anche il western con "Colt"

Mentre la seconda stagione di "Gomorra" si sta rivelando un enorme cult televisivo e già si preparano le annate numero 3 e 4 (pure "Suburra" diventerà una serie, la prima italiana prodotta da Netflix), i progetti di Sollima non si fermano qui. Oltre all'esordio cinematografico in Usa, il regista, da poco 50enne, sta lavorando anche a un'altra produzione televisiva intitolata "Colt". Come lascia intuire il titolo, si tratta di una miniserie western, che Sollima sta sceneggiando con Luca Infascelli e Massimo Gaudioso e di cui dovrebbe dirigere i primi due episodi. Un progetto decisamente ambizioso, quello di resuscitare un genere praticamente scomparso dagli orizzonti italici dopo la gloriosa era dello spaghetti western. D'altronde, "Colt" nasce nientemeno che da un'idea di Sergio Leone: a produrre è la Leone Film Group, guidata dai figli del grande Maestro.