È cominciata la corsa alle vittorie che contano per "The Irishman", l'ultimo film di Martin Scorsese. Per il National Board of Review è il miglior film dell'anno. La pellicola riceve il premio dalla organizzazione no profit dedicata al cinema e alla celebrazione dell'eccellenza artistica. Premiato anche il film di Quentin Tarantino "C'era una volta a…Hollywood".

Perché The Irishman è il miglior film

"The Irishman" sogna l'Oscar 2020, ma il film con Robert De Niro, Joe Pesci e Al Pacino può cominciare a sorridere per questa prima importante vittoria. Annie Schulhof, a capo della National Board of Review, ha così motivato il premio al film di Martin Scorsese:

The Irishman è un film ricco, commovente, magnificamente strutturato e che rappresenta il meglio del cinema. Siamo entusiasti di premiare Martin Scorsese, Robert Deniro e Al Pacino con il nostro Icon Award: sono la definizione reale delle icone cinematografiche, ognuna con il proprio lavoro, tutti in grande forma in The Irishman.

La trama e il cast del film

"The Irishman", il 27esimo film da regista di Martin Scorsese, segue la vera storia e la vita da sicario di Frank Sheeran (Robert De Niro), veterano della Seconda Guerra Mondiale al soldo del sindacalista Jimmy Hoffa. Sheeran era considerato un membro di spicco dell'International Brotherhood of Teamsters di Jimmy Hoffa (Al Pacino) e fu il mediatore tra il sindacalista e la mafia americana. Prima della sua morte, dichiarò di essere stato l'esecutore materiale dell'omicidio di Jimmy Hoffa, scomparso nel nulla nel 1975, e di più di 30 persone per conto della famiglia Bufalino. Nel cast: Joe Pesci, Harvey Keitel, Anna Paquin, Jesse Plemons, Stephen Graham, Bobby Cannavale e Ray Romano.