John Andreas Andersen torna nelle sale con “The Quake – Il terremoto del secolo”, sequel di “The Wave”, del 2015, diretto da Roar Uthaug. Il regista norvegese continua il filone disaster movie con questa storia ispirata al forte terremoto che colpì Oslo nel 1904, raccontando le vicende del geologo Kristian Elkjorn (Kristoffer Joner) con una situazione familiare disastrosa. A causa del lavoro si è separato da sua moglie e ha trascurato i suoi figli. Per lui sarà difficilissimo convincere chi ha intorno del pericolo imminente che potrebbe essere più devastante di quello del 1904 e, inoltre, dovrà salvare i suoi stessi familiari intrappolati in un grattacielo.

Il regista, riguardo la decisione di girare un film su un terremoto di proporzioni apocalittiche, ha detto:

L’idea di realizzare una pellicola su un terremoto in Norvegia mi sembrava assurda, però col tempo ho capito le basi su cui si fonda questa storia: la Norvegia è in effetti la zona sismica più attiva del nord Europa. Nel 1904 ci fu un forte terremoto che colpì la regione di Oslo. Questo tipo di eventi si ripeterà nuovamente e nessuno può dire con esattezza quando. Nel 2015, "The Wave" dimostrò che la Scandinavia, nonostante i budget limitati, poteva giocarsela con Hollywood in un filone in cui i film americani hanno da sempre fatto faville, aggiungendo un tocco scandinavo e non rinunciando mai a una buona caratterizzazione dei personaggi. E noi ovviamente non volevamo rinunciarci nella produzione di "The Quake”. I personaggi, infatti, sono un mezzo attraverso cui noi come pubblico osserviamo il disastro – o meglio, lo viviamo. Perché se non lo stai vivendo, a poco serve la spettacolarità che riesci a creare nelle scene. Quindi mentre giravamo quelle sequenze mozzafiato, lo sviluppo dei personaggi e i legami tra i vari membri della famiglia che seguiamo nel film sono rimaste sempre il centro della pellicola.

John Kåre Raake, Harald Rosenløw-Eeg hanno scritto la sceneggiatura mentre il montaggio è di Christian Siebenherz. Le musiche sono state realizzate dalla coppia formata da Johannes Ringen e Johan Söderqvist. Prodotto da Fantefilm, il film sarà distribuito al cinema da Altre Storie e Minerva Pictures a partire dal prossimo 8 agosto.

La trama

Il geologo Kristian Elkjorn ha intuito che il terremoto che nel 1904 devastò la città di Oslo potrebbe ripetersi ai giorni nostri. L’uomo, però, è alle prese con una difficile situazione familiare. La sua totale dedizione al lavoro l’ha infatti portato a separarsi da sua moglie e a trascurare i due figli, ora residenti lontano da lui nella capitale. Per Kristian sarà dura convincere le persone vicino a lui del pericolo imminente, e riuscire a salvare i suoi cari intrappolati in un grattacielo mentre il disastro imperversa sulla città.

Il cast

Il norvegese Kristoffer Joner (Kristian Eikjord) è noto per il ruolo di Villamark in “The Man Who Loved Yngve” e nel 2005 e nel 2012 h avinto l’Amanda Award, rispettivamente, per i film “Naboer” e “The Orheim Company”. Il resto del cast è composto da: Ane Dahl Torp (Idun Eikjord), Jonas Hoff Oftebro (Sondre Eikjord), Edith Haagenrud-Sande (Julia Eikjord) e Kathrine Thorborg Johansen (Marit Lindblom).

Le curiosità sul film che dovete sapere

1. Il film vede riuniti sul grande schermo gli attori Kristoffer Joner, Ane Dahl Torp, Jonas Hoff Oftebro e Edith Haagenrud-Sande, già protagonisti di "The Wave", affiancati questa volta dalla new entry Kathrine Thorborg Johansen.

2. Il budget di partenza del film è stato di 5.3 milioni di dollari.

3. Il film ha ricevuto il divieto ai minori di 13 anni non accompagnati da un adulto per le scene intense di pericolo e distruzione e linguaggio scurrile.