Per Fly è il regista di “Giochi di Potere”(“ Backstabbing for Beginners”), thriller politico ispirato all’autobiografia “Backstabbing for Beginners: My Crash Course in International Diplomacy”, dello scrittore e produttore Michael Soussan, in cui è raccontato il clamoroso scandalo finanziario legato all' “Oil for Food Programme” (“Petrolio in cambio di cibo”), il più duro nella storia delle Nazioni Unite. Il programma in questione era nato per soccorrere gli iracheni dopo la crisi finanziaria conseguenta alla Prima Guerra del Golfo e che prevedeva l'acquisto di petrolio a prezzi bassi al fine di consentire l’entrata nel paese di flussi monetari. Ma fu proprio Soussan a scoprire il giro di corruzione che si nascondeva dietro l’operazione.

Nel film, Michael è interpretato dal sexy Theo James, nei panni di questo giovane idealista che ottiene dalle Nazioni Unite il lavoro come coordinatore del programma "Oil for Food". Michael si ritroverà in Iraq assediato da agenti del governo avidi di potere e petrolio, ritrovandosi coinvolto in una cospirazione pericolosa ed enorme. L’unica soluzione è quella di denunciare, rischiando tutto quello che ha. La sceneggiatura di “Giochi di potere”, esplicitamente un film di denuncia che rivela i retroscena del lavoro diplomatico che si svolge nelle stanze segrete dei palazzi di potere, è stata scritta a quattro mani dal regista e da Daniel Pyne mentre la fotografia è stata curata da Brendan Stacey e le musiche da Todor Kobakov. Nel film, con James, ci sono il premio Oscar Sir Ben Kingsley, nei panni del sottosegretario dell'ONU Pasha e la straordinaria Jaqueline Bisset in quelli di Madame Dupre, oppositrice integerrima del programma. Il film sarà nelle nostre sale a partire dal prossimo 11 luglio.

La trama

Michael è un giovane idealista che sembra aver ottenuto il lavoro dei suoi sogni.  L’ONU, infatti, lo nomina coordinatore del programma “Oil for Food”, “Petrolio in cambio di cibo”. L’uomo si ritrova, quindi, nell’Iraq del dopoguerra, assediato dagli agenti del governo e da altri paesi attratti dalle sue riserve di petrolio. Michael cercherà aiuto e risposte dal diplomatico Pasha, suo capo, ma presto comincerà ad avere il sospetto che dietro al programma si nasconda una cospirazione ad altissimi livelli. L’unica via di uscita sarà quella di denunciare tutto, mettendo a rischio la sua vita, la carriera del suo mentore e anche la vita della donna curda di cui è innamorato.

Il cast

Il sexy e talentuoso Theo James (Michael) è diventato una star internazionale grazie alle serie “Downton Abbey” e “Golden Boy” e alla saga cinematografica “The Divergent Series”, dove recita accanto a Shailene Woodley. Ben Kingsley (Pasha), invece, dopo l’Oscar per la sua performance nel film “Gandhi”(1982), ha preso parte ai cult “Bugsy”, “Schindler’s List”, “Hugo Cabret”, “Iron Man 3” e tantissmi altri mentre la mitica Jaqueline Bisset (Christina Dupre) è partita da “Cul de Sac”, di Roman Polanski, negli anni '60, e ha proseguito la sua lunghissima carriera con “James Bond 007 – Casino Royale”(1967), “Effetto notte”(1972) fino a “Domino”, “Il concerto” e “Welcome To New York”, di Abel Ferrara. Il resto del cast è composto da: Rossif Sutherland (Trevor), Brian Markinson (Rasnetsov), Rachel Wilson (Lily), Belcim Bilgin (Bashim), Shauna MacDonald, Daniela Lavender (Ruth), Aidan Devine (Justin Cutter), Peshang Rad (Hassan), Dwight Ireland (Agente), Mishu Vellani e Hattie Kragten (Kate).

Le curiosità sul film che dovete sapere

1. L’attore Josh Hutcherson era stato scelto per interpretare il ruolo del protagonista Michael, ma alla fine ha rifiutato e quindi è stato sostituito da Theo James.

2. Le riprese della pellicola sono state effettuate a Marrakech, in Marocco e a Copenaghen.

3. Michael Soussan, l’autore del libro, ha lavorato per la CNN, K Street, Intelligence Consultancies e ha collaborato con “Time”, BBC e “New York Times”, ricoprendo incarichi in Congo, Afghanistan e Iraq. Il suo libroè rientrato nella lista dei Migliori dell’anno stilata dal “Wall Street Journal” ed è stato Libro della settimana per CNN e Guardian.