Tolo Tolo di Checco Zalone blinda il centro di Trieste. A partire per 24 agosto e per 5 notti, il noto attore pugliese arriverà in città per girare la scena finale del suo ultimo film. Il centro storico del capoluogo del Friuli Venezia Giulia, da Piazza Unità d’Italia al canale Ponterosso, sarà inaccessibile al traffico notturno per effetto di un’ordinanza firmata dal sindaco che ha così agevolato l’arrivo di Zalone e dell’intera produzione del film in città. Nel centro di Trieste sarà girata la scena finale del film del comico pugliese, sulla quale vige ancora il più stretto riserbo.

Oltre 100 le comparse per Tolo Tolo di Zalone

La Taodue, società che produce il film che qualche settimana fa si era ritrovata a fronteggiare la denuncia del Times of Malta circa i presunti maltrattamenti subiti da alcuni dei partecipanti al film, ha richiamato oltre 1500 comparse necessarie a girare la scena finale del film. Migliaia sono stati i volti esaminati dallo stesso Zalone. Tra questi, poco più 100 parteciperanno alle riprese nel centro storico di Trieste. L’attore era stato in città già nei mesi scorsi per i sopralluoghi necessari a scegliere le location. Federico Poillucci, presidente della FVG film commission, ha raccontato: “Lui è stato molto disponibile nei confronti della città e durante i sopralluoghi si è lasciato avvicinare dai suoi fan, si è prestato a selfie e autografi. Insomma, ha riscosso grandi simpatie e popolarità”.

Lo sciopero nazionale del settore audiovisivo

I tempi stringono, mancano solo pochi giorni all’inizio delle riprese a Trieste. Ma lo sciopero nazionale del settore audiovisivo, ancora in corso, rischia di minacciare il normale svolgimento delle riprese. Previsto per il 22 agosto un incontro tra i sindacati e l’Anica che punta a risolvere questo nodo. Intanto, i preparativi fervono e proseguono per agevolare il normale svolgimento delle riprese del film. Toto Tolo è stato girato tra l’Africa e l’Italia. Il film si propone quale obiettivo quello di superare i risultati di Quo vado? Con un incasso di 65 milioni di euro e 9 milioni di spettatori.