“Pirati dei Caraibi: la vendetta di Salazar”, quinto capitolo della saga con Johnny Depp e Javier Bardem si prepara a conquistare il botteghino. Nelle sale, però, questo weekend troverete anche “Cuori Puri”, il film d’esordio di Roberto De Paolis, presente a Cannes nella sezione Quinzaine des Réalisateurs; “2Night”, seconda prova da regista di Ivan Silvestrini, con Matilde Gioli e Matteo Martari; l’angosciante “47 metri” e, ancora per un giorno, il bellissimo documentario di Walter Veltroni, “Indizi di Felicità”.

Pirati dei Caraibi: la vendetta di Salazar”: Dopo aver superato mille insidie, stavolta, il Capitano Jack Sparrow si trova sotto un’aria ancora più sfortunata quando dei temibili pirati fantasma, guidati dalla sua vecchia nemesi, il terrificante Capitano Salazar, fuggono dal Triangolo del Diavolo, determinati a uccidere ogni pirata del mare, incluso lui. L’unica speranza di sopravvivenza per Jack sta nel leggendario Tridente di Poseidone, un potente artefatto che consegna nelle mani del suo possessore il controllo sui mari.

Cuori Puri”: Agnese e Stefano sono molto diversi. Lei, 18 anni, vive con una madre dura e devota, frequenta la chiesa e sta per compiere una promessa di castità fino al matrimonio. Lui, 25 anni, è un ragazzo dal passato difficile che lavora come custode in un parcheggio di un centro commerciale confinante con un grande campo rom. Dal loro incontro nasce un sentimento vero, fatto di momenti rubati e di reciproco aiuto. Il desiderio l’uno dell’altra cresce sempre di più, fino a quando Agnese, incerta se tradire i suoi ideali, si troverà a prendere una decisione estrema e inaspettata.

2Night”: È un venerdì notte a Roma. In un locale di uno dei quartieri più vivi della città, due sconosciuti s’incontrano. Entrambi hanno circa trent’anni, sono soli e in cerca di qualcuno con cui passare la serata e forse, chissà, anche la notte. Lei chiede un passaggio e lui accetta di accompagnarla in macchina fino all'altro capo della città. Eccoli insieme che si fanno largo attraverso la notte. Lei è il prototipo della ragazza consapevole e autonoma, decisa, in questa serata che anticipa l'estate, a regalarsi una notte di sesso con uno sconosciuto, per poi, domani, continuare, più forte e sicura di sé, la sua vita senza legami. Lui sembra incarnare il trentenne di oggi, piuttosto timido, più calmo e riflessivo e con una strana inquietudine. Per arrivare all’abitazione, i due viaggiano attraversano i diversi quartieri di Roma: da quelli più alla moda, densi di locali, ai più residenziali, al centro storico, fino ad arrivare ai quartieri più periferici. Una volta giunti nelle vicinanze di casa di lei, i due non riescono però a trovare parcheggio. Più il tempo che sono costretti a trascorrere in macchina e a conversare si dilata, più il destino di quella notte sembra condurli in una direzione inaspettata. Sarà una notte di solo sesso per poi scordarsi l'un l'altro appena dopo o un sentimento nascente e imprevisto cambierà i loro destini?

47 metri”: Durante un'immersione in Messico, due sorelle, Kate e Lisa, rimangono intrappolate sul fondo dell’oceano. Con una riserva d’ossigeno di 60 minuti e le acque infestate dagli squali, dovranno riuscire a mettersi in salvo.

Indizi di felicità”: L’interrogativo di base del docufilm è molto semplice e d’impatto: è giusto o ancora possibile cercare di essere felici in tempi così difficili e angoscianti come quelli che stiamo vivendo ultimamente? Veltroni, naturalmente, non si perde in astratti concetti filosofici sulla felicità, ma raccoglie tantissime testimonianze di gente comune, ponendogli domande del tipo: “Qual è il suono più bello che hai ascoltato nella tua vita?” oppure “Il giorno che vorresti rivivere?” o semplicemente “Che cos’è per te la felicità?”, generando commozione, sorrisi e quella luce negli occhi che solo i bei ricordi sanno generare.