Allacciate le cinture” del regista turco Ferzan Ozpetek, arriva due anni dopo  il pluripremiato “Magnifica presenza”, che non ha fatto il botto al box office come “Mine Vaganti” del 2010, ma ha comunque riconfermato la bravura del regista a trasformare storie quotidiane in qualcosa di magico e commovente. Dal 6 marzo tornerà nelle nostre sale con una storia di amori intrecciati, omofobia, amicizia messa a repentaglio da rapporti proibiti ed evitabili e tanto tanto sentimento. Il cast è composto da giovani stelle del panorama cinematografico italiano e alcune grandi conferme e il trailer, col magnifico pezzo “A mano a mano”, di Rino Gaetano, è letteralmente magnetico e fa subito venire voglia di vederlo. Che sia l’ennesimo successo annunciato?

La trama

Elena e Antonio sono letteralmente due persone opposte per i loro caratteri, le scelte e i modi di relazionarsi. Cosa li lega? Un'irrefrenabile attrazione reciproca, che avrebbero dovuto evitare anche per il fatto che Elena è legata a Giorgio e Antonio a Silvia, la migliore amica di Elena. Come se non bastasse, Fabio, il miglior amico di Elena, odia Antonio a causa della sua marcata omofobia. L'attrazione fisica tra Elena e Antonio cambierà tutte le relazioni del gruppo nel corso di dieci anni.

Il cast

Il cast è composto da: Kasia Smutniak (Elena), Francesco Arca (Antonio), Filippo Scicchitano (Fabio), Carolina Crescentini (Silvia), Francesco Scianna (Giorgio), Paola Minaccioni (Egle), Elena Sofia Ricci (Viviana/Dora), Luisa Ranieri (Maricla), Carla Signoris (Anna) e Giulia Michelini (Diana).