Marc Forster (“Neverland”, “World War Z”, “Chiudi gli occhi – All I See Is You”) sta per portare nelle nostre sale un film che farà la gioia di grandi e bambini e che potrebbe rivelarsi uno dei blockbuster di fine agosto. La pellicola, prodotta dalla Walt Disney Pictures, è “Ritorno al Bosco dei 100 Acri”(“Christopher Robin”) ed è ispirata al romanzo “Winnie Puh”, di A.A. Milne, uscito nel 1926 e riprende le avventure dell’amatissimo orsetto Winnie The Pooh e dei suoi amici in un mix di live-action e CGI. Il protagonista “umano” è Ewan McGregor nei panni di Christopher Robin, un uomo che da piccolo non si separava mai dall’orsetto, vivendo bellissime avventure nel Bosco dei 100 Acri. Da adulto, però, sembra aver dimenticato tutto, preso dal lavoro e dalla famiglia in una Londra grigia e abitudinaria. Ma quando Winnie e i suoi amici torneranno a fargli visita gli faranno riscoprire le vere gioie della vita.

Alex Ross Perry e Allison Schroeder hanno scritto la sceneggiatura del film partendo, naturalmente, dalla  storia dei personaggi, nati nel 1924 poi dalla raccolta di versi di A.A. Milne intitolata “Quando eravamo davvero giovani” e dal libro già citato del 1926. Il film non ha nulla a che fare con la pellicola di Simon Curtis “Vi presento Christopher Robin” (intitolato inizialmente "Addio Christopher Robin"), uscito il 3 gennaio scorso e incentrato sul rapporto tra lo scrittore Milne e suo figlio Christopher e sulla creazione dei personaggi di Winnie the Pooh e dei suoi amici Pimpi, Tigro, Tappo, Ih-Oh, Kanga e Ro. Quella di Forster è una storia mai raccontata e il regista ha voluto curare tutto nei minimi dettagli affidando la direzione della fotografia a Matthias Koenigswieser e le musiche a Jon Brion, Geoff Zanelli e Richard M. Sherman. Con Ewan McGregor ci sono anche Hayley Atwell e Mark Gatiss, mentre tra i doppiatori dei personaggi originali ci sono  Jim Cummings, Brad Garrett, Peter Capaldi, Sophie Okonedo e Toby Jones. Nel primo giorno di programmazione in USA, il film ha incassato quasi 30 milioni di dollari e, per vederlo in Italia, dovremo aspettare solo fino al 30 agosto.

La trama

Christopher Robin è un uomo che si dibatte tra il suo stressante lavoro e la famiglia, composta dalla moglie Evelyn e dalla figlia Madeline, a cui dedica pochissimo tempo. Christopher ha quasi dimenticato la bellissima infanzia idilliaca trascorsa in compagnia di Winnie The Pooh, orsetto di pezza e dei suoi amicin al Bosco dei 100 Acri. Quando Winnie ricompare, la loro amicizia riprende immediatamente e toccherà proprio a loro aiutare Christopher a riscoprire le gioie della vita familiare, il valore dell'amicizia e ad apprezzare i semplici piaceri della vita.

Il cast

Il grande Ewan McGregor (Christopher Robin), dopo “T2 Trainspotting” e “La bella e la bestia”, ha accettato subito di prendere parte a questo meraviglioso live-action così come la bella Hayley Atwell (Evelyn Robin) che abbiamo già visto in altri blockbuster come “Cenerentola”, “Avengers: age Of Ultron” e “Ant-Man”. La piccola Madeline Robin è interpretata da Bronte Carmichael mentre nel resto del cast ci sono: Mark Gatiss (Giles Winslow), Oliver Ford Davies (Il padre di Giles Winslow Jr), Adrian Scarborough (Hal Gallsworthy), Roger Ashton-Griffiths (Ralph Butterworth), Ken Nwosu (Paul Hastings), John Dagleish (Matthew Leadbetter), Amanda Lawrence (Joan MacMillan), Katy Carmichael (La madre di Christopher Robin), Tristan Sturrock (Il padre di Christopher Robin), Paul Chahidi (Cecil Hungerford), Matt Berry (poliziotto Bobby), Simon Farnaby (tassista). I doppiatori originali dei personaggi sono: Jim Cummings (Winnie The Pooh/Tigro), Nick Mohammed (Pimpi), Brad Garrett (Ih-Oh), Peter Capaldi (Tappo), Sophie Okonedo (Kanga), Toby Jones (Uffa) e Sara Sheen (Ro).

Le curiosità sul film che dovete sapere

1. Jim Cummings ha prestato già la voce a Winnie The Pooh e Tigro in altre produzioni Disney, dal 1989 al 1999.

2. Il Bosco dei 100 Acri è ispirato alla Foresta di Ashdown, in particolare a un'area nota come Five Hundred Acre Wood nella campagna del Sussex.  Ogni anno tantissimi turisti lo visitano proprio per vedere da vicino i luoghi descritti nelle avventure di Winnie The Pooh.

3. Dustin Hoffman, Chris O'Dowd, Alan Tudyk e Martin Short sono le altre star che inizialmente sono state prese in considerazione per doppiare il personaggio di Tigro.

4. Il grande Jóhann Jóhannsson era stato assoldato per comporre le musiche ma purtroppo il maestro è morto prima delle riprese. La pellicola, infatti, è dedicata alla sua memoria.

5. La storia ricorda molto quella del film “Hook – Capitan Uncino”(1991), diretto da Steven Spielberg. In entrambe le pellicole, infatti, il protagonista lascia il mondo magico che lo ha visto fanciullo e lo ritroviamo nella vita quotidiana alle prese col lavoro e la famiglia fino a quando una creatura del passato torna per fargli riscoprire le priorità e le gioie della vera vita.