Golden Globe 2020 come miglior attore non protagonista in C'era una volta…a Hollywood di Quentin Tarantino per Brad Pitt che, salito sul palco a ritirare il premio, ha voluto con sé Leonardo DiCaprio per ringraziarlo. La battuta sul Titanic ha steso tutti: "Non sarei qui senza di te, amico, grazie. Detto questo, vorrei aggiungere che io ti avrei fatto spazio su quella porta".

Il discorso completo di Brad Pitt ai Golden Globe 2020

Il discorso di Brad Pitt inserito in quelli dei vincitori dei Golden Globe 2020 è stato uno dei più toccanti. L'attore di fama mondiale, scelto da Quentin Tarantino per Once upon a time…in Hollywood, italianizzato in C’era Una Volta a… Hollywood, che si è aggiudicato anche il premio come Miglior Film Commedia o musical, ha preferito dividere il suo momento trionfale con un grande amico, oltre che con un'altra delle stelle di Hollywood più brillanti.

Volevo ringraziare il mio complice in questa avventura, LDC ( Leonardo DiCaprio). Prima di The Revenant guardavo anno dopo anno gli attori nominati assieme a lui ritirare premi, alzarsi e ringraziarlo di cuore e so perché. Lui è una star di serie A, un gentiluomo. Non sarei qui senza di te, amico, grazie. Detto questo, vorrei aggiungere che io ti avrei fatto spazio su quella porta.

Il porta gate e l'opinione del regista James Cameron

Il riferimento ovviamente è quella all’iconica scena di Titanic in cui il personaggio di DiCaprio, Jack Dawson, muore attaccato a una porta galleggiante, per lasciar vivere la Rose di Kate Winslet. La domanda più popolare legata al noto film di James Cameron è sempre stata quella relativa allo spazio oggettivo da dividere sull'enorme pezzo di legno che ha permesso a Rose di continuare a vivere. Secondo il regista James Cameron, se Jack si fosse salvato, il film avrebbe perso qualcosa perché in quel gesto era racchiuso tutto l'amore di Jack.