Il re Mida della commedia italiana, Carlo Vanzina, dopo “Non si ruba a casa dei ladri”(2016),  sta per tornare al cinema con uno dei potenziali blockbuster di fine novembre. Si tratta di “Caccia al tesoro”, lungometraggio che – rifacendosi ai grandi classici dello stesso filone – racconta la storia di Domenico Greco (Vincenzo Salemme), un attore scarso e pieno di debiti che, per racimolare i soldi per l’operazione di suo nipote, decide di rubare uno dei gioielli del tesoro di San Gennaro. Con lui, ci saranno sua sorella Rosetta (Serena Rossi), Ferdinando (Carlo Buccirosso), suo nipote Michelino (Gennaro Guazzo) e un’altra coppia di sgangherati ladri romani, Cesare (Max Tortora) e Claudia (Christiane Filangieri). Da Napoli, a Torino, fino a Cannes in Costa Azzurra, la caccia si snoda con colpi di scena, azione, peripezie, con l’entrata in scena di poliziotti, rapinatori professionisti, camorristi e mercanti d’arte, in una girandola di situazioni surreali e spassosissime. La sceneggiatura è stata scritta da Carlo Vanzina con suo fratello Enrico, che hanno messo insieme un cast d’eccezione, e il film è stato prodotto da Medusa Film e International Video 80. “Caccia al tesoro” sarà al cinema dal prossimo 23 novembre, non perdetelo.

La trama

Domenico Greco è un attore teatrale di scarso successo e pieno di debiti. Vive a sbafo in casa della cognata Rosetta, vedova di suo fratello. La donna ha un figlio di nove anni, malato di cuore. L’unico modo per salvarlo da una morte sicura sarebbe operarlo in America. Ma l’operazione costa 160 mila euro e nessuno possiede quella somma. I due, allora, vanno a pregare sotto la statua di San Gennaro, chiedendo un miracolo: trovare i soldi dell’operazione. San Gennaro risponde, dando loro via libera per “prendersi” uno dei gioielli della sua Mitra custodita insieme al famoso Tesoro nella cripta della chiesa. In realtà, a dare voce a San Gennaro è il posteggiatore del parcheggio fuori la chiesa che dà via libera agli automobilisti. Le sue parole rimbombano nella navata attraverso una finestra aperta della cupola. Con loro, in chiesa, c’è anche Ferdinando, venuto a chiedere una grazia. Ha ascoltato tutto e obbliga Domenico e Rosetta a prenderlo come loro socio nell’operazione Tesoro di San Gennaro.  La sera in cui i nostri si introducono nella cripta per rubare la Mitra, il tesoro non c’è più. Altri due ladri romani, Cesare e Claudia, avevano tentato il colpo la stessa sera. ma Il Tesoro è stato spostato a Torino per una mostra espositiva. Da qui parte la “Caccia al Tesoro” di San Gennaro. La banda ora è formata da quattro persone, alle quali si aggiunge il figlio di Ferdinando, un  ragazzino di undici anni.

Il cast

Il cast completo della commedia è composto da: Vincenzo Salemme (Domenico Greco), Carlo Buccirosso (Ferdinando), Serena Rossi (Rosetta), Max Tortora (Cesare), Christiane Filangieri (Claudia), Lorenza Veronica (Igienista dentale), Francesco Di Leva e Gennaro Guazzo (Michelino).

Le curiosità sul film che dovete sapere

1. Inizialmente, la pellicola doveva intitolarsi “La banda dei miracoli” e lo stesso Vanzina ha dichiarato che si tratta di una sorta di “Operazione San Gennaro” (1966), di Dino Risi, con Totò e Nino Manfredi, film a lui molto caro.

2. Per Vincenzo Salemme e Carlo Buccirosso si tratta del sesto film che hanno girato insieme. Gli altri sono: “L’amico del cuore”(1998), “Amore a prima vista”(1999), “A ruota libera”(2000), “…e fuori nevica!”(2014) e “Se mi lasci non vale”(2015).

3. Le musiche del film sono state composte da Giuliano Taviani e Carmelo Travia