4 Dicembre 2015
18:06

Charlie Sheen denunciato dalla ex Brett Rossi: l’avrebbe aggredita e costretta ad abortire

Dopo aver confessato di essere sieropositivo, l’attore rischia una lunga odissea giudiziaria: l’ex fidanzata ha deciso di trascinarlo in tribunale accusandolo di minacce, percosse e stress emotivo. L’avrebbe costretta ad abortire per non rischiare di avere “un figlio ritardato” a causa dell’HIV.
A cura di Valeria Morini

Non si arresta la bufera su Charlie Sheen, dopo la sconvolgente confessione in diretta tv della sua sieropositività. La gigantesca e clamorosa vicenda rischia di trasformarsi ora in un'odissea giudiziaria per l'attore di "Due uomini e mezzo", dal momento che, come riporta AceShow Biz, la sua ex fidanzata Brett Rossi ha deciso di trascinarlo in tribunale con accuse gravissime: aborto forzato, percosse, aggressione, stress emotivo.

Al centro della querelle, la gravidanza cui la Rossi ha messo fine nel 2014. Lei e Sheen avrebbero avuto rapporti sessuali non protetti almeno cinque volte prima che la donna scoprisse i medicinali per l'Hiv nascosti nell'armadietto del compagno. La Rossi (ex professionista del cinema porno) ha quindi scoperto di essere incinta. A quel punto, Sheen l'avrebbe costretta (minacciandola di prenderla a calci) a rinunciare al bambino, per il timore che potesse nascere "un figlio ritardato".

La Rossi parla di minacce e percosse

Davvero inquietanti le affermazioni della Rossi, riportate dal sito americano, che vanno ad aggiungersi alle già numerose indiscrezioni sulla presunta vita sessuale turbolenta di Sheen, negli ultimi tempi spesso intento a intrattenersi con prostitute, che poi avrebbe obbligato al silenzio con un contratto di riservatezza. Con la Rossi (a lui legata dal febbraio al novembre 2014), l'attore avrebbe manifestato spesso esplosioni di violenza, come il caso in cui avrebbe scagliato un blocco di cemento su di lei, mancandola per un soffio, o quando l'avrebbe minacciata con una pistola scarica. Da qui la decisione di citare in giudizio l'ex fidanzato, chiedendo un risarcimento la cui cifra ancora non è stata specificata. Va notato come la Rossi abbia deciso di procedere soltanto oggi, con un anno di ritardo, in quanto Sheen si sarebbe rifiutato di pagarle il milione di dollari concordato in cambio del suo silenzio.

Anche le altre ex sono contro Sheen

La Rossi è solo l'ultima compagna ufficiale dell'attore, che in passato è stato sposato con Donna Peele, Denise Richards e Brooke Mueller, e ha inoltre avuto relazioni con Kelly Preston e Bree Olson (anche lei attrice di film per adulti). Proprio quest'ultima rientra tra le ex che avrebbero intenzioni di fare causa a Sheen in quanto tenuta all'oscuro della malattia, come ha dichiarato in un'intervista:

Avrebbe potuto uccidermi. Non si è fregato per nulla della mia vita. È un mostro ed ha messo la mia vita in pericolo, così come la mia quella di tantissime altre donne.

Bree Olson, l'ex di Charlie Sheen:
Bree Olson, l'ex di Charlie Sheen: "Avrebbe potuto uccidermi"
Charlie Sheen conferma in diretta:
Charlie Sheen conferma in diretta: "Si, sono sieropositivo"
Charlie Sheen ancora nei guai:
Charlie Sheen ancora nei guai: "Ventimila dollari per uccidere la sua ex"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni