video suggerito
video suggerito

CineMust – I film da non perdere in uscita il 1° gennaio 2015

Alessandro Siani arriva in sala con la sua nuova commedia, “Si accettano miracoli”, ma la concorrenza d’inizio anno è fatta solo di capolavori. Troveremo, infatti, anche “American Sniper”, di Clint Eastwood, “Big Eyes” di Tim Burton e “The Imitation Game” col grande Benedict Cumberbatch.
A cura di Ciro Brandi
9 CONDIVISIONI
Immagine

Il 2015 si apre con grandissime uscite e potenziali blockbuster. Attesissimo è il ritorno in sala da regista (e anche attore) di Alessandro Siani, con la nuova commedia “Si accettano miracoli”, in cui sarà coadiuvato dal simpaticissimo Fabio De Luigi. Il botteghino sarà sicuramente conquistato, ma attenzione perchè i film che tenteranno la scalata alla classifica dei film più visti d’inizio anno sono davvero stupendi. Clint Eastwood porta in sala “American Sniper”, con Bradley Cooper nei panni del cecchino più letale degli USA, ma ci sarammo anche Tim Burton con “Big Eyes” e “The Imitation Game”, con un’incredibile Benedict Cumberbatch. C’è solo l’imbarazzo della scelta.

Immagine

Si accettano miracoli”: Fulvio è tagliatore di teste senza scrupoli di una nota multinazionale, che dopo aver fatto piazza pulita dei rami secchi dell’azienda viene a sua volta licenziato. La sua reazione non esattamente composta gli costa cara: un mese di servizi sociali da scontare nella casa famiglia di suo fratello Don Germano, parroco di un piccolo borgo del sud d’Italia. Da manager consumato e scaltro qual è, Fulvio non ci mette molto a capire che per aiutare suo fratello, i bambini e il paese c’è bisogno di un vero e proprio “miracolo”. E quindi, all’insaputa di tutti, se ne inventa uno. Questa idea all’inizio sembra funzionare a meraviglia e quel borgo dimenticato da Dio si trasforma in un luogo di culto e pellegrinaggio per migliaia di devoti. Ma quando il Vaticano invierà sul posto i vescovi a fare le verifiche del caso, il piano di Fulvio comincerà a vacillare.

Immagine

American Sniper”: Chris Kyle è il tiratore scelto più letale di tutta la storia militare degli Stati Uniti, ma è stato anche molto più di un cecchino. L’uomo, coraggioso U.S. Navy SEAL, viene inviato in Iraq con una missione precisa: proteggere i suoi commilitoni. La sua massima precisione salva innumerevoli vite sul campo di battaglia e mentre si diffondono i racconti del suo grande coraggio, viene soprannominato “Leggenda”. Nel frattempo cresce la sua reputazione anche dietro le file nemiche, e viene messa una taglia sulla sua testa rendendolo il primario bersaglio per gli insorti. Allo stesso tempo, combatte un’altra battaglia in casa propria nel tentativo di essere sia un buon marito e padre nonostante si trovi dall’altra parte del mondo. Nonostante il pericolo e l’altissimo prezzo che deve pagare la sua famiglia, la rischiosa missione di Chris in Iraq dura quattro anni, incarnando il motto dei SEAL, “che nessun uomo venga lasciato indietro.” Una volta tornato a casa dalla moglie, Taya Renae Kyle, e dai figli, Chris scopre che è proprio la guerra che non riesce a lasciarsi indietro.

Immagine

Big Eyes”: Tim Burton racconta la vera storia di Margaret Keane e di suo marito Walter, i cui dipinti dei bambini dai grandi occhi divennero un vero e proprio fenomeno negli Stati Uniti tra il 1960 e il 1970. La  vera mano d’artista era di Margaret, ma suo marito Walter fece credere al mondo intero di essere il vero autore dei quadri, conquistando una fama internazionale del tutto immeritata. I due finirono con il divorziare, arrivando ad una battaglia legale senza precedenti: un duello a colpi di pennello per ristabilire la giusta paternità delle opere.

Immagine

The Imitation Game”: Durante l'inverno del 1952, le autorità britanniche entrarono nella casa del matematico, criptoanalista ed eroe di guerra Alan Turing per indagare su una segnalazione di furto con scasso. Finirono invece per arrestare lo stesso Turing con l'accusa di "atti osceni", incriminazione che lo avrebbe portato alla devastante condanna per il reato di omosessualità. Le autorità non sapevano che stavano arrestando il pioniere della moderna informatica. Noto leader di un gruppo eterogeneo di studiosi, linguisti, campioni di scacchi e agenti dei servizi segreti, ha avuto il merito di aver decifrato i codici indecifrabili della macchina tedesca Enigma durante la Seconda Guerra Mondiale.

9 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views