8 Marzo 2018
22:24

“Contromano”: il nuovo film diretto e interpretato da Antonio Albanese

Albanese è Mario, un uomo che ha un negozio di calze e che subisce la “concorrenza” del senegalese Oba, venditore ambulante. Un giorno, Mario decide di “riportare personalmente a casa” Oba e sua sorella Dalida, in un viaggio di sola andata Milano-Senegal. Durante il tragitto, si accorgerà che la soluzione per costruire un mondo migliore è decisamente un’altra.
A cura di Ciro Brandi

Antonio Albanese torna in cabina di regia a 16 anni di distanza da “Il nostro matrimonio è in crisi”, uscito nel 2002. Il titolo della nuova pellicola è “Contromano” e il comico ha voluto fortemente portarlo al cinema per offrire al pubblico il suo personale punto di vista – naturalmente estremizzato, ironico e satirico – sul delicato tema dell’immigrazione. Per farlo, Albanese si è riservato anche il ruolo da protagonista, Mario Cavallaro, un uomo che ha un negozio di calze e che, ogni giorno subisce la “concorrenza” del senegalese Oba, venditore ambulante che fa affari d’oro. Un giorno Mario decide di “riportare personalmente a casa” Oba e sua sorella Dalida, in un viaggio di sola andata Milano-Senegal. Durante il viaggio, si accorgerà che la soluzione per costruire un mondo migliore è decisamente un’altra. Albanese ha scritto anche la sceneggiatura del film con Andrea Salerno, Stefano Bises e Marco D’Ambrosio, il noto Makkox, disegnatore satirico del team di Zoro e nel cast ha voluto Alex Fondja, Aude Legastelois, Daniela Piperno e David Anzalone. “Contromano” sarà nelle nostre sale a partire dal prossimo 29 marzo.

La trama

Mario Cavallaro si sveglia tutte le mattine nello stesso modo, nella stessa casa, nello stesso quartiere, nella stessa città, Milano. Ha appena compiuto cinquant'anni. Mario ama l'ordine, la precisione, la puntualità, il rispetto, il decoro, la voce bassa, lo stare ognuno al proprio posto. La sua vita si divide tra il suo negozio di calze ereditato dal padre e un orto, unica passione conosciuta, messo in piedi sul terrazzo della sua abitazione. Ogni cambiamento gli fa paura, figuriamoci se il suo vecchio bar viene venduto ad un egiziano e se davanti alla sua bottega arriva Oba, baldo senegalese venditore di calzini. Quel che è troppo è troppo e per Mario la soluzione è semplice e folle allo stesso tempo: "rimettere le cose a posto". Così decide di rapire Oba per riportarlo semplicemente a casa sua, Milano-Senegal solo andata. In fondo, pensa, se tutti lo facessero il problema immigrazione sarebbe risolto, basta impostare il navigatore. Ma poi questo paradossale on the road si complicherà terribilmente. Anche perché Oba acconsentirà alla sua "deportazione" a patto che Mario riaccompagni a casa anche la sorella, Dalida. Saranno guai seri o l'inizio di una nuova imprevista armonia?

Il cast

Gli attori che formano il cast sono: Antonio Albanese (Mario Cavallari), Alex Fondja (Oba), Aude Legastelois (Dalida), Daniela Piperno e David Anzalone.

Le curiosità sul film che dovete sapere

1. “Contromano” è il quarto lungometraggio da regista di Albanese, dopo “Uno d’acqua dolce”(1996), “La fame e la sete”(1999) e “Il nostro matrimonio è in crisi”(2002).

2. L’attore Alex Fondja ha preso parte a film importanti come “Una nuova amica”(2015), di François Ozon e “Bastille Day – Il colpo del secolo”(2016), con Idris Elba.

3. In una recente intervista a La Repubblica, l’attore ha dichiarato: “Quello dei migranti è una questione gigantesca, io ho provato ad affrontarla da un punto di vista umano, guardando alle paure e ai sogni che abbiamo “noi” e “loro”, provando a confrontarli in una relazione alla pari per riuscire a capire che facciamo tutti parte della stessa realtà”

Napoli Magica, ecco il nuovo film diretto e interpretato da Marco D'Amore
Napoli Magica, ecco il nuovo film diretto e interpretato da Marco D'Amore
Antonio Albanese va
Antonio Albanese va "Contromano" dal 29 marzo: "Il tema dell'immigrazione per un'integrazione possibile"
66 di askanews
CineMust: i film da non perdere in uscita dal 28 marzo
CineMust: i film da non perdere in uscita dal 28 marzo
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni