Lee Toland Krieger è il regista di  “Adaline – L’eterna giovinezza”, dramma sentimentale che ha come protagonista assoluta Blake Lively, star della serie tv “Gossip Girl”. L’attrice è nei panni di Adaline, una donna che, all’inizio del ‘900, si salva miracolosamente da un incidente automobilistico. In seguito, si accorgerà che il suo corpo e il suo volto non invecchiano minimamente. Adaline attraverserà in solitudine oltre ottant'anni, vedendo invecchiare i propri figli e, per anni, tenterà di stare alla larga da ogni tipo di legame sentimentale, fino a quando incontra l’affascinante Ellis Jones, che le fa riscoprire cos’è l’amore e che le farà  prendere una decisione che cambierà il corso degli eventi. Nel cast, ci sono Harrison Ford, Kathy Baker e l’aitante Michiel Huisman. Il film ha riscono un ottimo successo ma ci sono ancora 5 curiosità che dovete sapere.

1. Gabriele Muccino doveva essere il regista del film

Inizialmente, il nostro Gabriele Muccino era stato considerato come regista della pellicola, con Katherine Heigl e Angela Lansbury nel cast. La Heigl però rifiutò per dedicarsi alla famiglia e alla fine la regia passò a Lee Toland Krieger. In seguito, anche Natalie Portman rifiutò la parte e così fu scelta la Lively.

2. La canzone di Lana Del Rey

Lana Del Rey ha composto il pezzo portante del film, dal titolo “Life Is Beautiful”, con la collaborazione del produttore Dan Heath.  La canzone accompagna il trailer ma non nel film o nella colonna sonora ufficiale.

3. Anthony Ingyrber uguale ad Harrison Ford da giovane

L’attore Anthony Ingruber è stato scelto per interpretare il ruolo di William da giovane perchè la sua somiglianza con Harrison Ford (quando era giovane, appunto) è apparsa palese sin da subito, anche all’attore stesso.

4. L’ispirazione a due film di Marilyn Monroe

Per creare la saturazione e il tono di colore adatti al film, il regista si è lasciato ispirare da due famosissimi film con la diva Marilyn Monroe: “Come sposare un milionario” e “Gli uomini preferiscono le bionde”, entrambi del 1953. Per ricrearli, Lee Toland Krieger ha usato lenti anamorfiche, limitando l’uso della steadicam.

5. Vancouver al posto di San Francisco

Le vicende del film si svolgono, principalmente, a San Francisco e nelle zone limitrofe, ma in realtà la maggior parte delle riprese è stata effettuata a Vancouver, in Canada.